Contenuto Principale
Ombra (di Edgar Allan Poe) ... leggete questo racconto del grande Allan Poe!!! E fatelo girare!!!
Gli articoli - I racconti
Giovedì 10 Febbraio 2011 15:18

Voi che mi leggete siete ancora tra i viventi; ma io che scrivo, da molto, da molto tempo sarò partito per la regione delle ombre. Poichè, in verità, succederanno di ben strane cose, molti segreti saran rivelati, molti secoli passeranno prima che queste parole sian vedute dagli uomini. E quando le avranno vedute, gli uni non le crederanno, gli altri dubiteranno, e ben pochi troveranno materia di meditazione nei caratteri che su queste tavolette vo tracciando con uno stile di ferro.

L’anno era stato un anno di terrore, pieno di sentimenti più intensi del terrore, pei quali non c’è un nome sulla terra. Poichè c’erano stati molti prodigi e molti segni, e da tutte le parti, sulla terra e sul mare; le negre ali della Peste s’eran largamente spiegate. Ma quelli ch’eran sapienti nelle stelle non ignoravano che i cieli aveano un aspetto di sventura; e per me, tra gli altri, il greco Oinos, era evidente che stavamo al ricorso di quel settecentonovantaquattresimo anno, in cui, all’entrata in Ariete, il pianeta Giove si trova in congiunzione col rosso anello del terribile Saturno. Lo spirito particolare dei cieli, se non m’inganno di molto, manifestava la sua potenza non soltanto sul globo fisico della terra, ma ben anche sulle anime, sui pensieri, sulle meditazioni dell’umanità.

Una notte, eravamo in sette, in fondo a un nobile palazzo in una triste città chiamata Tolemaide, seduti intorno ad alcune anfore d’un vino rosso di Chio. E la nostra camera non aveva altra entrata che un’alta porta di bronzo; e la porta era stata lavorata dall’artista Corinno, ed era d’una rara perfezione, e si chiudeva per di dentro. Del pari, dei panneggiamenti neri, proteggendo questa camera melanconica, ci risparmiavamo l’aspetto della luna, delle stelle lugubri e delle vie spopolate: – ma il presentimento e il ricordo del flagello non s’erano potuti così facilmente escludere. C’erano, intorno, presso a noi, delle cose di cui non posso render completamente ragione,- delle cose materiali e spirituali, – una pesantezza nell’atmosfera, – una sensazione di soffocamento, d’angoscia, – e, sopratutto quel terribile modo d’esistenza che subiscono le persone nervose, quando i sensi son crudelmente viventi e svegli, e le facoltà dello spirito assopite, intristite. Un peso mortale ci schiacciava. Si stendeva sulle nostre membra, – sul mobilio della sala, – sulle coppe in cui si beveva; e tutte le cose parevano oppresse, prostrate in quell’abbattimento,- tutto, eccetto le fiamme delle sette lampade di ferro che rischiaravano la nostra orgia. Allungandosi in minuti filamenti di luce, rimanevano tutte così, e bruciavano pallide e immobili; e nella rotonda tavola d’ebano, attorno a cui sedevamo, e che il loro chiarore trasformava in specchio, ogni convitato contemplava il pallore della sua propria faccia e il lampo inquieto degli occhi tristi dei suoi compagni. Nondimeno si mandavan delle risate, ed eravamo allegri a nostro modo, – un modo isterico; e si cantavano le canzoni d’ Anacreonte, – che non son che follia; e si beveva molto, quantunque la porpora del vino ci rammentasse la porpora del sangue. Perchè c’era nella camera un ottavo personaggio, il giovane Zoilo.

Morto, lungo disteso e seppellito, egli era là il genio e il demone della scena. Ahimè! Non aveva parte, lui, al nostro divertimento; salvochè la sua faccia, sconvolta dal male, e gli occhi, dove la morte non avea spento che a mezzo il fuoco della peste, sembrava prendere tanto interesse alla nostra gioia quanto posson prendere i morti alla gioia di quelli che devon morire. Ma, benchè io, Oinos, mi sentissi addosso, fissi su me, gli occhi del defunto, nondimeno mi sforzai di non comprendere l’amarezza della loro espressione, e, figgendo ostinatamente lo sguardo nelle profondità dello specchio d’ebano, cantai con voce alta e sonora le canzoni del poeta di Teo. Ma grado a grado il mio canto cessò, e gli echi, correndo lontano fra le nere drapperie della camera, divennero fievoli, indistinti, e svanirono. Ed ecco che dal fondo di quelle drapperie nere ove andava a morire il suono della canzone, s’arderse un’ombra, fosca, indefinita, – un’ombra simile a quella d’un corpo di un uomo, quando la luna è bassa nel cielo; ma non era l’ombra né d’un uomo, né di un Dio, né d’alcun altro essere comune. E quasi rabbrividendo, oscillando per un istante fra le drapperie, rimase infine visibile e dritta, sulla superficie della porta di bronzo. Ma l’ombra era vaga, senza forma, indefinita; non era l’ombra né di un uomo né di un Dio,- né di un Dio di grecia, né d’un Dio di caldea, né d’alcun altro Dio egiziano. E l’ombra riposava sulla gran porta di bronzo e sulla cornice scolpita, e non si muoveva, e non pronunciava una parola: ma si fissava sempre più, e restò immobile. E la porta sulla quale l’ombra riposava era, se ben mi ricordo, proprio di contro ai piedi del morto Zoilo. Ma noi, i sette compagni, avendo veduto l’ombra mentre usciva dalle drapperie, non osavamo contemplarla fissamente; ma abbassavamo gli occhi, figgendoli sempre nelle profondità dello specchio d’ebano. E, finalmente, io, Oinos, ardii pronunziare alcune parole a bassa voce, e domandai all’ombra il suo nome e la sua dimora. E l’ombra rispose:

Io sono OMBRA, e la mia dimora è vicina alle catacombe di Tolemaide, e presso quelle cupe lande infernali, dove scorrono le acque impure di Caronte! -

E allora, tutti e sette, ci rizzammo inorriditi sui nostri seggi, e restammo così, tremanti, terrorizzati, convulsi; perchè il timbro della voce dell’ombra non era quello d’un solo individuo, ma d’una moltitudine d’esseri; e quella voce, variando le sue inflessioni di sillaba in sillaba, veniva a caderci confusamente negli orecchi, imitando gli accenti noti e familiari di mille e mille amici scomparsi!

 

Commenti  

 
#241 Guest 2018-05-27 12:14
Slow recovery runs could be tough in this shoe, but it
surely works for me since I like coaching in footwear that boarder on the responsive
and considerably firm facet (and I usually hate mushy cushy
shoes).

Also visit my web page ... ultra boost uncaged: www.adidasultraboostuncaged.co m/
 
 
#240 Guest 2018-05-27 08:13
Judging by my very own expertise (as a non-supinator) enjoying racquetball,
I'd guess running shoes would NOT be a good suggestion, as a result of side-to-facet
motion wants extra stability (learn, not a lot tall
cushioning that may cause you to twist your ankles - you
want a low flared profile to prevent this).

Also visit my homepage :: ultra
boost: www.ultraboost.net/
 
 
#239 Guest 2018-05-27 03:22
Have a look at my homepage :: reebok insta pump
fury: www.reebokinstapumpfury.com/
 
 
#238 Guest 2018-05-26 21:14
Here is my blog lebron james
Shoes: www.lebronjamesshoes14.com/
 
 
#237 Guest 2018-05-26 19:46
Definitelү bеlieve thyat wһicһ you said.
Youur favorite justification ѕeemed to Ьe on the nett the easiest thing tо
Ьe awre of. Ӏ say to ү᧐u, I dеfinitely get irked ԝhile peopke consideer
worries tһat they plainly Ԁo not know about.
You managed to hit the nail uρon tһe tοp аs well as defined out tһe whole
tһing wіthout һaving sіde-effects , people cаn taкe a
signal. Will likely ƅе baϲk t᧐ get more.
Ƭhanks

Herе is mmy webpage ... Адам и Ева компаньонки: www.residentevil.com/.../%2FUserProfile%2Ftabid%2F57%2FuserId%2F15109%2FDefault.aspx/
 
 
#236 Guest 2018-05-26 19:11
Uncover the power of anti-wrinkle lotions.

My weblog - kollagen intensiv: hardingemarketinglibrary.com/. ../...
 
 
#235 Guest 2018-05-26 15:54
Stop by my homepage; nike
air foamposite one: www.nikeairfoamposite.net/
 
 
#234 Guest 2018-05-26 14:26
Moreover, these Barricade tennis sneakers from Adidas are
honored as the ‘Winner of the tennis Magazine Editor's Choice Award'.


my web page - nike huarache: www.nikehuaracheshoes.com/
 
 
#233 Guest 2018-05-26 13:05
You made some nice points there. I did a search on the issue and found
most individuals will agree with your site.

Check out my site - BioKera Hair Growth: usydstudyguide.com/.../...
 
 
#232 Guest 2018-05-26 11:07
Summarizes the success of Nike, we will discover that Nike enterprise is tough and affected person.

My blog: Nike Vapormax: www.nikeairvapormax.net/
 
 
#231 Guest 2018-05-26 07:32
It's very easy to find out any matter on net as compared to textbooks, as I found this paragraph at
this website.

Here is my web blog 4k led display: www.leddisplay-supplier.com
 
 
#230 Guest 2018-05-26 03:25
What a material of un-ambiguity and preserveness of valuable know-how regarding unexpected emotions.


my weblog small led display: www.leddisplaypowersupply.com
 
 
#229 Guest 2018-05-26 02:51
Feel free to visit my web site: lebron 15: www.lebron14shoes.us/
 
 
#228 Guest 2018-05-25 20:38
I actually have been operating for years in the Nike Air
Max sneakers (current pair, the Nike Air Max 2012).

Also visit my web-site: adidas iniki
women: www.adidasinikirunner.com/
 
 
#227 Guest 2018-05-25 14:51
The Asics Walking Shoe Company was began in Japan years
in the past they usually wished to make excellent
strolling and sport sneakers.

my webpage ... Kobe A.D.: www.kobebryantshoes.biz/
 
 
#226 Guest 2018-05-25 13:37
Get the low down on this improbable collection and apparel now in our overview of the nice
Puma Shoes and the hottest tendencies.

Feel free to surf to my site - Kyrie irving shoes: www.kyrieirvingshoes.biz/
 
 
#225 Guest 2018-05-25 10:52
Why people still use to read news papers when in this technological world everything is available on web?


Feel free to visit my web page - bejesus: centrassia.ru/.../...
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Sulla strada esco solo (di Michail Lermontov)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Sulla strada esco solo.
Nella nebbia è chiaro il cammino sassoso.
Calma è la notte.
Il deserto...


Leggi tutto...

Nazim Hikmet - Ciò che ho scritto di noi

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia
è la mia nostalgia
cresciuta sul ramo inaccessibile
è...


Leggi tutto...

E ciò che voglio è l'amore (di Alina Reyes)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

E ciò che voglio è l'amore,
l'amore spensierato e quello che rimette tutto in discussione,
quello...


Leggi tutto...

Donna... secoli di luce... velluto d'amore... albe e nebbie... laghi generosi di acque vergini... e quanto ancora...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Quanto hai dato donna:
secoli di luce
che non hanno riflesso le coscienze
ingoiate da abissi di...


Leggi tutto...

I nuovi autori

L'odissea sui binari

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** L'odissea sui binari di Pasquale Aversano *** Giovanni Prototasso, giovane studente di...

Leggi tutto...

Storie di qualunquisti anonimi

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Storie di qualunquisti anonimi di Enrico Mattioli *** Roma, anni ’70, siamo nella...

Leggi tutto...

Colonia di vampiri

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Colonia di vampiri di Giovanni Monaco *** In una Roma allucinata e in disfacimento Marco...

Leggi tutto...

L'ombra del castigo

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** L'ombra del castigo di Jacques Oscar Lufuluabo *** In uno scenario in cui le vite dei...

Leggi tutto...

I passi

da La vedova scalza (di Salvatore Niffoi)

Gli articoli - I passi dei libri

Me lo portarono a casa un mattino di giugno, spopolato e smembrato a colpi di scure come un...


Leggi tutto...

da "Firmino" di Sam Savage

Gli articoli - I passi dei libri

Avevo sempre immaginato che la storia della mia vita, se un giorno l’avessi mai scritta,...


Leggi tutto...

da Un altro best seller e siamo rovinati (di Marino Buzzi)

Gli articoli - I passi dei libri

«Scusi, lei è un commesso?» Sento dei brividi freddi lungo la schiena, sono paralizzato, sembro...


Leggi tutto...

da "Storie di ordinaria follia" di Charles Bukovski

Gli articoli - I passi dei libri

 

Cass era la più giovane e la più bella di 5 sorelle. Cass era la più bella ragazza di tutta...


Leggi tutto...

I racconti

Gioco d'azzardo (da...

Gli articoli - I racconti

Una notte d’estate, non più addietro di un mese e mezzo fa, li seguii giocare a carte. Le...


Leggi tutto...

Luigi Pirandello... un...

Gli articoli - I racconti

 

Mie ultime volontà da rispettare

I. Sia lasciata passare in silenzio la mia morte. Agli...


Leggi tutto...

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i medici; e lo ripetevano tutti i...


Leggi tutto...

Non riesco a saziarmi di...

Gli articoli - I racconti

Ma, perché tu non mi creda libero ormai da tutti gli umani errori, sappi che ancora mi possiede...


Leggi tutto...

Le recensioni

Gaza. Restiamo umani (di Vittorio Arrigoni) - Recensione di Marco Longo

Gli articoli - Le recensioni

È ancora vivo Vittorio Arrigoni, non ha mai smesso di lottare. La sua battaglia è così attuale...


Leggi tutto...

Molte vite, un solo amore (di Brian Weiss) - recensione di Monica Giove

Gli articoli - Le recensioni

Brian Weiss – l’autore – è un famoso psicologo americano che basa le sue sedute terapeutiche su...


Leggi tutto...

Nessun requiem per mia madre (di Claudiléia Lemes Dias, Fazi Editore) - recensione di Emilia Basile

Gli articoli - Le recensioni

"Nessun requiem per mia madre" è un libro da leggere tutto d'un fiato. Una figura di una madre...


Leggi tutto...

Dai cani (di Helle Helle, Atmosphere) - recensione di Rosa Giuliani

Gli articoli - Le recensioni

Nella vita di Bente non c’è più spazio per nulla. Sola, alla fermata di un autobus che non è...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 1075 visitatori online