Contenuto Principale
La maschera sotto la neve (di Marco Casula) - (l'autore Marco Casula si presenta)
Gli articoli - Le recensioni
Venerdì 12 Agosto 2011 16:27

(recensione di Marco Casula)

Una storia moderna dal titolo evocativo, che rivisita il mito classico di Edipo, richiamato in un'ambientazione spazio temporale attuale. Lo scenario è la Sardegna gelida della grande nevicata del 1956, una natura ostile, che fa da sfondo naturale al cupo presente dei personaggi che la abitano.

Il romanzo è  la metafora di un modello antropologico di lunga durata: il lutto per la madre, forse uccisa, che fa esplodere l'odio (represso) contro il proprio padre. In più, s'innesta l'elemento disturbante rappresentato dalla passione incestuosa dei due fratelli. Quindi una storia piccolo borghese terribilmente moderna e universale descritta in una prospettiva dominata dall'attrazione sessuale. Dove i rapporti familiari sono simbolicamente ritratti come rapporti erotici e aggressivi che ripetono e riproducono il rapporto tra genitori e figli, e quindi il triangolo edipico.

Josto e Domenicangela lasciano Sassari per Cagliari, città natale dell'uomo perché richiamato da una drammatica telefonata della sorella che gli ha annunciato la morte della madre avvenuta in circostanze misteriose.Il ritorno è fonte di turbamento per Josto, soprattutto quando rivede la sorella Gilla e il padre Vindice, ricoverato in una clinica per malati di mente. Con Gilla ricorda l'infanzia  e rivive il passato, la complicità e l'astio nei confronti del padre e della sua convivente Marina Bazzone sospettata di aver provocato l'allontanamento della madre e la sua morte per appropriarsi del patrimonio di famiglia. Riaffiora anche il rapporto morboso tra i due fratelli che Gilla ha raccontato in un manoscritto... (continua)

Josto prova una forte attrazione verso la madre, che riversa poi nei confronti della sorella Gilla in maniera paranoide e regressiva. Allo stesso modo, Gilla, privata dell’amore del padre, riversa sul fratello le sue pulsioni, cerca di sublimare il dolore tragico nella scrittura, componendo la storia di tutti i crimini della famiglia e portandola alla nevrosi autodistruttiva. L’universo che ne deriva è un universo claustrofobico, fonte di nevrosi, ossessionato dall’identità e terrorizzato dall’alterità: un universo simboleggiato dal palazzo di famiglia spettrale e irreale.

A disagio e tagliata fuori dalle dinamiche di famiglia che non comprende, Domenicangela cerca di far luce sul passato del marito e per riappacificare i due fratelli con Marina la invita a cena. Il conflitto si esaspera e Marina accusa i fratelli di rapporto incestuoso. Gilla si rifiuta di dare spiegazioni e viene aggredita dal fratello. Domenicangela lascia la città e invita Josto a raggiungerla, dimenticando il passato. Gilla brucia il manoscritto per compiacere Josto e implora il fratello a restare con lei, minacciando di suicidarsi.

Nel romanzo ogni luogo e situazione ha un preciso significato simbolico. Vi è il segno destabilizzante della follia, impersonato dal padre Vindice che cade in un profondo decadimento mentale, la presenza del manicomio; il palazzo di famiglia custode della memoria materna, ma anche labirintico e complicato come la mente di Josto; il giardino, la quercia e la cisterna luoghi dell'infanzia.

E' insomma un dramma del non essere che reimpiega tracce mnestiche del mito.

(recensione di Marco Casula)

 

Consulta la fantastica BASE DATI DEI CONSIGLI!!!

--> la BASE DATI DEI CONSIGLI!!!

Consulta ed inserisci qui le tue Micro-recensioni!!!

--> le Micro-recensioni!!!

Pubblicizza il tuo Blog!!!

--> il tuo Blog!!!

Inviaci recensioni, racconti, poesie!!!

--> collabora con noi!!!

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Jacques Prévert - Alicante

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
                               
Un'arancia sul tavolo
Il tuo vestito sul tappeto
E nel mio...

Leggi tutto...

Qui io ti amo (Pablo Neruda) Leggetela tutta perché e bellissima!!!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Qui io ti amo.
Tra i pini scuri si srotola il vento.
Brilla fosforescente la luna su acque...


Leggi tutto...

Saprai che non t'amo e che t'amo (di Pablo Neruda) ... bella... che ne pensate???

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Saprai che non t'amo e che t'amo
perché la vita è in due maniere,
la parola è un'ala del...


Leggi tutto...

Juan Ramòn Jiménez - Per amarti

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Per amarti, ho ceduto
il mio cuore al destino.
Non potrai più liberarti
non potrò più liberarmi!
Leggi tutto...

I nuovi autori

Cruore

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Cruore di Andy Ben *** Dopo quattro anni trascorsi a Riva del Garda, Montorsi viene...

Leggi tutto...

L'odissea sui binari

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** L'odissea sui binari di Pasquale Aversano *** Giovanni Prototasso, giovane studente di...

Leggi tutto...

I racconti del finanziere

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** I racconti del finanziere di Ernesto G. Ammerata *** “I racconti del finanziere” nascono...

Leggi tutto...

Stelle di polvere

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Stelle di polvere di Enrico Mattioli *** Un'incursione nel mondo dell'arte e dello...

Leggi tutto...

I passi

da "Mattatoio n.5" di Kurt Vonnegut

Gli articoli - I passi dei libri

 

È tutto accaduto, più o meno. Le parti sulla guerra, in ogni caso, sono abbastanza vere. Un...


Leggi tutto...

da "Come le mosche d'autunno" di Irène Némirovsky

Gli articoli - I passi dei libri

Scrollò la testa e disse, come una volta: "Dunque addio, Jurocka... Mi raccomando, abbi cura...


Leggi tutto...

da I Pilastri della Terra (di Ken Follett)

Gli articoli - I passi dei libri

I bambini vennero presto per assistere all'impiccagione. Era ancora buio quando i primi tre o...


Leggi tutto...

da Là comincia il messico (di Gualberto Alvino, Polistampa)

Gli articoli - I passi dei libri

E tuttavia ti farò credito, ancora una volta, l'ultima, bada, purché non ceda più alla...


Leggi tutto...

I racconti

Gl’italiani, a proibir...

Gli articoli - I racconti

Caro Edmund, il tuo richiamo agli scandali che da qualche anno rallegrano la vita italiana è...


Leggi tutto...

"La gobba del cammello" di...

Gli articoli - I racconti

Narrerò ora, nel secondo racconto, come spuntò la gobba al Cammello. All'inizio del mondo,...


Leggi tutto...

Porto meco uomini di...

Gli articoli - I racconti

Porto meco uomini di quest'isola e delle altre da me visitate i quali faranno testimonianza di...


Leggi tutto...

La patente (di Luigi...

Gli articoli - I racconti

Con quale inflessione di voce e quale atteggiamento d'occhi e di mani, curvandosi, come chi...


Leggi tutto...

Le recensioni

Bella Napoli (di Vincenzo Moretti) - recensione di Giuseppe Picano

Gli articoli - Le recensioni

Sono napoletano anche se vivo da molti anni in provincia di Milano e più o meno una volta al...


Leggi tutto...

Visioni variopinte (di Hamza Zirem, Arduino Sacco) - recensione di Lucianna Argentino

Gli articoli - Le recensioni

C’è molto in questo ultimo lavoro poetico di Hamza Zirem. Non parlo certo di quantità, ma delle...


Leggi tutto...

Il mondo sommerso (di Martina Savoia) - recensione di Eryr

Gli articoli - Le recensioni

"Il mondo sommerso" è un microcosmo sconosciuto, fatto di stanze bianche, di larghi corridoi,...


Leggi tutto...

Il terrazzino dei gerani timidi (di Anna Marchesini) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni

Pare introducano, i gerani, una vita al minimo, sonnolenta, nel loro aspetto convalescente e...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 766 visitatori online