Qual è il libro più lungo di tutti i tempi?

Il Guinness dei Primati ci dice che il romanzo più lungo di tutti i tempi è “Alla ricerca del tempo perduto” di Marcel Proust (1871-1922). L’opera è composta da 9.609.000 caratteri. Può dunque a buon diritto definirsi colossale, sebbene in principio incontrò lo scetticismo degli editori. “Sarò particolarmente tonto” disse all’autore un collaboratore della casa editrice Ollendorf, commentando un passaggio dello scritto, “ma non riesco a capire come questo signore possa impiegare trenta pagine per descrivere il modo in cui si rigira nel letto, prima di addormentarsi”. Nonostante le difficoltà iniziali, il romanzo è divenuto un grande classico della letteratura mondiale.

Hatchards_St_Pancras

Immagine 1 di 191