Contenuto Principale

Desideri ricevere meravigliosi consigli sulla tua email?

Lui è tornato
Gli articoli - Le recensioni dei lettori
Monday, 08 September 2014 14:47
Lui è tornato
Immagine (obbligatoria, max 1MB)
“Lui è tornato” è un libro scritto da Timur Vermes e pubblicato in Italia dalla Bompiani nel 2013.
La nostalgia è canaglia.
La melanconia ti strugge.
Spesso si è compianti e considerati dopo la morte. Ci si ritira per anzianità, per stanchezza, per noia, per convenienza o anche perché si perde un guerra.
Il sequel sono di moda al cinema, i “ritorni” sulla scena d’attori e cantati garantiscono incassi ai botteghini. II ritorni dei politici invece al massimo l’orticaria all’elettore.
Quando “sono tornato” ho provocato nel mio piccolo scompiglio e nervosismo nel variopinto mondo dei Balocchi. Mi avevano cantato il “de profundis” e invece sono qui da 18 mesi a rompere e non ho nessuna intenzione di smettere.
Eppure ci sono dei Ritorni attesi e altri meno graditi. Per chi è credente si attende il ritorno di Dio e il risveglio dei nostri e la vita eterna. Se invece tornasse in vita, Adolf Hilter cosa succederebbe?
Sgomento?Paura?Incredulità?Rabbia?
Noi italiani ci siamo tolti il pensiero e abbiamo regolato i conti con Mussolini a Piazzale Loreto con una sbrigativa lapidazione, scoprendoci poi tutti allegramente antifascisti.
La storia ci insegna che in Germania, la fine del nazismo e della guerra è stato molto diverso.
Non sono mai stato in Germania e onestamente non saprei dire cosa pensi un tedesco di Adolf Hilter.
Ebbene leggere “Lui è tornato”mi ha aiutato a comprendere meglio un popolo e soprattutto il suo rapporto con la propria storia.
Come in una favola, forse un pò dark, Adolf Hilter si risveglia nelle campagne tedesche. Siamo nel 2011, il mondo è cambiato, eppure il “caro” Fuhrer è rimasto lo stesso. Dopo l’iniziale smarrimento e sgomento, il nostro Adolf con estrema lucidità e raziocino si cala nella nuova realtà. Comincia a studiare gli usi e costumi e a apprezzare e usare Internet e tutte le comodita della tecnologia
Non sa perché è tornato, ma non gli importa, la Provvidenza lo ha rimandato indietro per riportare in alto la Germania. Nonostante si renda conto che la guerra è finita e che il nazismo è stato messo al bando, Hitler non rinnega se stesso e le sue idee. Eppure chi lo avvicina è soltanto un brillante comico con una straordinaria somiglianza fisica . La sua oratoria e le sue idee estreme lo rendono rapidamente un personaggio televisivo popolare . Firma autografi, crea un sito internet e divide l’opinione pubblica mettendo alla berlina i politici d’oggi.
Hitler torna e fa sorridere il popolo tedesco con le sue inventive. L’interazione tra il Fuhrer e i vari personaggi a tratti possono apparire surreali nella loro comicità, ma in vero raccontano la realtà tedesca e soprattutto il modo di vivere e pensare. Nessuno crede davvero d’avere davanti il sanguinario dittatore. L’uomo tedesco comune , probabilmente, non ama confrontarsi con il suo”lato oscuro”. I tedeschi sono andati avanti e hanno in qualche maniera rimosso il passato nazista.
Vermes con il suo romanzo fa emergere con ironia e sarcasmo le contraddizioni di un popolo e di come sia stata vissuta e gestita dalle nuove generazioni il “fenomeno” Hiltler.
I monologhi e le riflessioni del “Ritornato” oscillano tra malinconia e folle coerenza ideologica. Il Dittatore non mostra rimorsi o pentimento, eppure il lettore non riesce a detestare il protagonista, anzi lo accompagna con curiosità in questa avventura, osservando il mondo e soprattutto la decadente società attraverso i suoi occhi.
Il tema tragico dell’Olocausto è trattato con delicatezza dall’autore. In un bel e intenso dialogo tra la giovane segretaria e Hilter,la prima gli chiede se non ha vergogna e imbarazzo a” interpretare” il responsabile di un genocidio. Secca e lapidaria è la riposta”No, ho fatto quello che era giusto fare per la Germania”
Il libro è ben scritto con un stile asciutto e diretto, ma non ha un ritmo costante. Se la prima parte è divertente, originale, coinvolgente, la seconda parte con Hitler personaggio televisivo perde mordente e ritmo, diventando quasi monocorde. Vermes si dimostra sicuramente uno scrittore di talento e di grande creatività e un ‘attento osservatore della sua società.
Adolf Hilter ha tragicamente segnato un’epoca e viene giustamente considerato un mostro e la personificazione del Male in terra, ma temo che se tornasse veramente, non sarebbero in pochi ad esserne contenti, aihme.
roberto sapienza

 

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Sunday, 02 April 2017
There are no translations available.Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Read more...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Friday, 31 March 2017
There are no translations available.Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Read more...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Sunday, 12 March 2017
There are no translations available.Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Read more...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Friday, 03 March 2017
There are no translations available.1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Read more...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Anche oggi sarà dentro la storia (di Alda Merini)... i suoi versi esprimono come al solito un sentire unico...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Anche oggi sarà dentro la storia
della mia vita. Ma non era...


Read more...

Invece di una lettera (di Vladimir Vladimirovic Majakovskij)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Il fumo del tabacco ha roso l'aria.
La stanza
è un capitolo...


Read more...

Arthur Rimbaud - Sensazione

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Nelle sere azzurre d'estate andrò per i sentieri,
pizzicato...


Read more...

Sulla strada esco solo (di Michail Lermontov)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Sulla strada esco solo.
Nella nebbia è chiaro il cammino...


Read more...

I nuovi autori

Potere senza gloria

Gli articoli - I nuovi autori
There are no translations available.

Immagine
*** Potere senza gloria di Alessandro Allara *** ...

Read more...

L'Altare dell'Abisso

Gli articoli - I nuovi autori
There are no translations available.

Immagine
*** L'Altare dell'Abisso di Patrich Antegiovanni *** ...

Read more...

Stelle di polvere

Gli articoli - I nuovi autori
There are no translations available.

Immagine
*** Stelle di polvere di Enrico Mattioli *** ...

Read more...

Una giornata perfetta per essere felice

Gli articoli - I nuovi autori
There are no translations available.

Immagine
*** Una giornata perfetta per essere felice di kalari ***...


Read more...

I passi

da Il cimitero di Praga (di Umberto Eco)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Il passante che in quella grigia mattina del marzo 1897...


Read more...

da "La campana di vetro" di Sylvia Plath

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Fu un'estate strana, soffocante, l'estate in cui i...


Read more...

da Il talento di Mr. Ripley (di Patricia Highsmith)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Tom sbirciò alla sue spalle e scorse l'uomo che lo seguiva...


Read more...

da "Il castello" di Franz Kafka

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

A tarda sera K. arrivò. Il villaggio era sprofondato nella...


Read more...

I racconti

Impenetrabile e senza...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù...


Read more...

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i...


Read more...

Risveglio (di Anthony De...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Un tale bussa alla porta di suo figlio: "Paolo",
dice,...


Read more...

Ballate come se nessuno vi...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita sarebbe...


Read more...

Le recensioni

Il mio nome è rosso (di Orhan Pamuk) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Raffinato Effendi non si aspettava di morire, di essere...


Read more...

"Intrighi e Nobiltà" di Luigi Imperatore (recensione di Sonia Argiolas)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Forse amo gli intrighi un po’ meno la nobiltà, di sicuro non...


Read more...

Oltre l’attesa (di Rossana d’Ambrosio) - recensione di Massimo Rondi

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Chi vuole seguire una trama appassionante, e al tempo...


Read more...

La strada tra noi (di Nigel Farndale, De Agostini) - Due storie lontane nel tempo riunite dalla mano del destino

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

“Dal suo osservatorio privilegiato, una portafinestra che...


Read more...