I cento anni di Margherita Hack

Il 12 giugno, Marghetita Hack avrebbe compiuto cento anni. L’astrofisica, che con la sua attività ci ha aiutato a conoscere un po’ di più il mistero e la bellezza delle stelle, è stata anche autrice di due bellissimi testi, editi da Di Renzo Editore, che vi riproponiamo con grande piacere.

Il primo, “Una vita tra le stelle”, è la raccolta di alcuni flash della memoria che, come pezzi di un puzzle, compongono il ritratto della voce narrante. Con la vivacità e la passione che la caratterizzano, Margherita Hack ripercorre cinquant’anni di vita vissuta negli Osservatori astronomici, dove ha assistito e partecipato ad un cambiamento profondo nel modo di lavorare grazie ai progressi teorici e tecnici.
Pagina dopo pagina, il racconto della propria giovinezza e formazione, la passione per lo sport e la politica, l’attaccamento agli affetti lasciano il posto ai telescopi, ai satelliti, che hanno spalancato nuove finestre sull’Universo, alle calcolatrici meccaniche e ai calcolatori elettronici sempre più potenti e meno ingombranti, in un groviglio, irresolubile, di vita e scienza.

Il secondo è “Il mio zoo tra le stelle”. Capita a volte che i grandi nascondano una passione che nulla ha a che vedere con le loro attività, ma che per loro ha altrettanta importanza. La nota astrofisica Margherita Hack ci presenta un’insolita biografia, attraverso i cani e i gatti che ha incontrato, raccolto, curato e cresciuto, amici fedeli che l’hanno accompagnata nella vita e nelle ricerche, vivendo con lei in casa così come all’Osservatorio.
Insieme all’amica animalista Bianca Pauluzzi, ci guida alla scoperta di questi esseri silenziosi ma presenti e ci sensibilizza al rispetto della natura e dell’ambiente che ci circonda.

Margherita Hack

Immagine 5 di 5