Contenuto Principale
La Bellezza e l’Inferno (di Roberto Saviano) - Il desiderio di un mostro a più mani e più occhi (recensione di Giuseppe Labate)
Gli articoli - Le recensioni
Lunedì 04 Aprile 2011 13:04

“Voi non volete un mondo perfetto, volete solo una vita tranquilla e semplice, una quotidianità accettabile, il calore di una famiglia. Ma si può edificare la felicità del mondo sulle spalle di un unico bambino maltrattato? ”. Il libro “La Bellezza e l’Inferno” di Roberto Saviano insegna come bisogna trovare la forza di cambiare il mondo a cui siamo abituati, perché il nemico più scaltro non è colui che ci porta via tutto, ma colui per cui noi lentamente ci abituiamo a non avere più nulla.

Abbattendo tutti i muri del silenzio e dell’indifferenza, il libro è una raccolta di storie che trascinano il lettore dentro i luoghi e sotto la pelle dei personaggi. I capitoli in cui è stato diviso sono cinque, parlano, in ordine, di “Sud”, “Uomini”, “Business”, “Guerra” e “Nord”.

Leggendo un racconto dopo l’altro, è possibile giocare a pallone insieme a Lionel Messi, sentir cantare Miriam Makeba, tenere il sacco da boxe a Clemente Russo, detto “Tatanka Skatenato”, è possibile capire cosa sia “il petrolio bianco”, si arriva nel freddo della Svezia a leggere davanti a tutti i Premi Nobel un discorso importante e alla fine si entra in un ascensore di Mosca, anche solo per tenere una busta della spesa alla giornalista Anna Politkovskaja.

Poi chiudi il libro con la promessa di leggere il suo “Cecenia”.

Insomma, anche lo scrivere di Roberto Saviano è un continuo “prestare orecchio”, per aiutare il lettore a fare una scelta, secondo il senso delle parole di Italo Calvino: “L’Inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio”.

252 pagine: questo lo spazio che viene dato dal libro, che però riesce ad “entrare nel tempo quotidiano di chiunque”. E lo spazio si dilata, sempre di più, lanciando un desiderio a pagina 243: “Il reporter è l’occhio, lo scrittore la mano e un po’ di mente, il giornalista l’occhio e un po’ di mano, il poeta il cuore, il narratore lo stomaco. Ma è forse giunto il tempo di generare un mostro a più mani e più occhi, un tempo in cui chi scrive possa invadere, coinvolgere, abusare di ogni strumento”.

“Le parole continuano ancora ad essere fondamentali, ma la solitudine di chi scrive e la pericolosità della parola sono ancora enormi”. E soprattutto al Sud, questo lo sappiamo bene.

Ma ci piace pensare che magari è possibile formare questa Grande Alleanza tra giornalisti, scrittori, poeti, reporter, dove ognuno di noi possa diventare braccio, gamba, occhio, schiena, stomaco e fegato di questo grandissimo mostro, che non viene per uccidere. Come in una poesia di Danilo Dolci, questo mostro viene per “sognare gli altri come ora non sono”, raccontare l’Inferno e mostrare quanto sia necessaria oggi la Bellezza, di un mondo migliore, un mondo diverso.

Perché no? Si sa, al Sud questo sembra quasi un sogno. Ma “ciascuno cresce solo se sognato”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Dopo la separazione (di Sara Teasdale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Oh, ho seminato il mio amore così ampiamente
che egli lo troverà ovunque:
lo sveglierà di notte,
Leggi tutto...

Torna (di Costantinos Kavafis)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Torna sovente e prendimi,

palpito amato, allora torna e prendimi,


Leggi tutto...

Quando morrò (di Pablo Neruda)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Quando morrò voglio le tue mani sui miei occhi:
voglio che la luce e il frumento delle tue mani...


Leggi tutto...

Pablo Neruda - Ode al cane

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

 

Il cane mi domanda
e non rispondo.
Salta, corre pei campi e mi domanda
senza parlare
e i suoi...


Leggi tutto...

I nuovi autori

R.I.P. De Profundis (The R.I.P. Trilogy #2)

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** R.I.P. De Profundis (The R.I.P. Trilogy #2) di Eilan Moon *** Il patto tra il primo...

Leggi tutto...

Come petali sulla neve

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Come petali sulla neve di Antonella Iulaino *** "Philip decide di iniziare il suo...

Leggi tutto...

I segreti di Gray Mountain (di John Grisham, Mondadori)

Gli articoli - I nuovi autori

La crisi finanziaria del 2008 ha lasciato moltissimi professionisti senza lavoro. E così le...


Leggi tutto...

IL BAMBOCCIONE

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** IL BAMBOCCIONE di ENRICO MATTIOLI *** La precarietà è una condizione dove le speranze...

Leggi tutto...

I passi

da Il fantasma di Canterville (di Oscar Wilde)

Gli articoli - I passi dei libri

Quando il signor Hiram B. Otis, l'ambasciatore degli Stati Uniti d'America, acquistò...


Leggi tutto...

L'improbabile teoria del tacco

Gli articoli - I passi dei libri

È il turno della mia teoria sui tacchi femminili. Esempio della mia tendenza ad analizzare, ed...


Leggi tutto...

da "Il fondamentalista riluttante" di Mohsin Hamid

Gli articoli - I passi dei libri



Chiedo scusa, signore, posso esserle d'aiuto? Ah, vedo che l'ho allarmata. Non si faccia...


Leggi tutto...

da "Kitchen" di Banana Yoshimoto

Gli articoli - I passi dei libri

Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta....


Leggi tutto...

I racconti

"La sindrome Boodman" di...

Gli articoli - I racconti

“Ancora un momento, cara… Giusto il tempo di finire”.

Il giudice Boodman aveva pronunciato la...


Leggi tutto...

Praefectus (di Camillo...

Gli articoli - I racconti

La giornata è pessima, ma questo non mi inquieta. I primi sei anni del mio governatorato sono...


Leggi tutto...

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i medici; e lo ripetevano tutti i...


Leggi tutto...

Joseph Conrad e l'oceano

Gli articoli - I racconti

Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù comuni, l'oceano ignora compassione,...


Leggi tutto...

Le recensioni

La nona ora (di Maurizio Ponticello, Bietti)

Gli articoli - Le recensioni

In libreria il nuovo thriller di Maurizio Ponticello, scrittore, giornalista e vicepresidente...


Leggi tutto...

Amore in saldi (di Flavio Venditti)

Gli articoli - Le recensioni

In Ciociaria, terra senza confini e senza tempo, Emilio, moglie e figlia, conduce la sua...


Leggi tutto...

“La Mafia spiegata ai ragazzi” di Antonio Nicaso, per riconoscere “il sentiero dei nidi di ragno” - recensione di Giuseppe Calvino (Gila)

Gli articoli - Le recensioni

 

“Dentro la mafia c’è tutto. Il mafioso è come un ragno. Costruisce ragnatele di amicizie,...


Leggi tutto...

Reality crime (di Lafani & Renault, Sperling & Kupfer) - l'editoria a episodi secondo Sperling & Kupfer

Gli articoli - Le recensioni

Sperling & Kupfer continua a mostrarsi un editore piuttosto attento all'evoluzione...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 797 visitatori online