Contenuto Principale
Le lacrime di Nietzsche di Davide Irvin Yalom (consigliato da Valeria) Libro davvero interessante in cui i protagonisti sono Nietzsche, Freud e il dottor Breuer!! Molto intrigante!!
Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Lunedì 06 Febbraio 2017 22:56
Le lacrime di Nietzsche di Davide Irvin Yalom (consigliato da Valeria) Libro davvero interessante in cui i protagonisti sono Nietzsche, Freud e il dottor Breuer!! Molto intrigante!!
image

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

I consigli

consigli_classifica

REGISTRATI e poi CLICCA SU "Add" per iniziare a consigliare!

Vota anche con l'app gratuita per dispositivi Android!

Clicca qui per il download!

 
Subscribe RSS
Search: Clear
Cerca in tutti i campi...

Data Consiglio Parere Lettore
2014-09-24 Il silenzio dell'onda di Gianrico Carofiglio Introspettivo. Aiuta a guararsu dentro e a superare gli ostacoli dell'anima.
Kito
2014-09-23 Splendore di Margaret Mazzanti Come si fa a vivere quando il tuo amore è "sbagliato" ma troppo forte per lasciarlo perdere? L'omosessualità è un argomento sempre poco trattato ma l'amore è amore sempre. L'uso che la Mazzantini fa della parola è ineguagliabile. Bel libro, ma non uno dei suoi migliori. deborah77
2014-09-06 Il mio nome è Pietra di Lorenzo Beccati
Ambientato a Genova nel 1600 una ragazza vive aiutando la popolazione a risolvere diversi problemi mascherando la propria intelligenza con finti poteri da rabdomante. Però c'è qualcuno che sta commettendo efferati omicidi lasciando indizi che riconducono a lei, per questioni di vendetta personale.
Niente male come libro, un po' diverso dal solito.
deborah77
2014-08-28 L'isola confine di Gabriele Peritore Gabriele Peritore costruisce la sua storia distribuendo sapientemente fatti, dialoghi, pensieri non confessati, parole che hanno perduto il loro significato.
Claudio, Mara, Fabrizio: padre, madre, figlio.
Tre mondi distinti che galleggiano separatamente, tre destini che s'incrociano per abitudine e si sfiorano appena.
Claudio è un medico che non riesce a svolgere la sua professione come aveva sognato prima di arrivare nell'isola; non ricorda più da quanto tempo non parla con Fabrizio; e si rende conto che non ha mai capito fino a che punto Mara vivesse male la realtà dell'isola.
Poi ci sono i personaggi che gravitano intorno ai protagonisti:
Marina, la ragazza di cui Fabrizio è innamorato e che nessuno ha mai visto; Ousman, il portavoce degli emigrati, un somalo sempre pronto a mediare tra i suoi compagni e le varie istituzioni, in un contesto che si fa via via più complicato; Emily, la studentessa americana che sta preparando una tesi sui popoli migranti e si rivolge a Claudio per essere aiutata nella sua ricerca; Abdelli, un tunisino che fugge dal centro ma non sa dove rifugiarsi; alla fine chiede aiuto a Claudio e da lui verrà aiutato a rifarsi una vita; Gregorio, il marinaio che Mara incontra mentre è alla spasmodica ricerca della ragazza di Fabrizio.
Ma, soprattutto, c'è l'isola.
L'isola, col suo manto di alghe appassite, il moto continuo di quella massa liquida che un tempo era il mare; l'insieme di stati d'animo che aleggiano in ogni angolo: desiderio, disperazione, paura.
E ci sono i clandestini, che partono dall'inferno e arrivano a un altro inferno; lasciano la fame e trovano altra fame.
La scrittura è spezzettata, efficace nel trasmettere le sensazioni e i monologhi interiori dei personaggi e a fissare in piccoli squarci la realtà dell'isola: sono frammenti del paesaggio rivissuti e interiorizzati da una umanità dolente, allo sbaraglio, alla continua ricerca di qualcosa che sfugge: un futuro (quale futuro?) per i migranti, la realizzazione, se non degli ideali e dei sogni, delle aspettative della giovinezza per i protagonisti della storia.
La voce del narratore esterno diventa un coro di io narranti, voci diverse, accompagnate dal rumore del mare, che riempiono il silenzio dell'isola.
Il ritmo incalzante (e nello stesso tempo scandito da pause, cesure di una metrica che modula la scrittura) viene interrotto dalla lettura delle periodiche e-mail che il figlio, Fabrizio, invia a un amico lontano (l'unica persona con la quale riesce a confidarsi).
Nella trama complessiva si evidenziano diversi temi: il tema del viaggio (quello dei migranti e quello dei protagonisti) e il tema dell'isola con la sua valenza metaforica.
Temi carichi di millenarie suggestioni letterarie dalle quali l'autore è riuscito a liberarsi approdando a un racconto ben connesso alla realtà contemporanea, ma nello stesso tempo espressione di antiche e universali tensioni dell'animo umano.
Il tema del viaggio e il tema dell'isola s'intrecciano con altri, quali:
il rapporto padre-figlio; il rapporto uomo-donna; l'avvertimento del tempo che passa e pone di fronte a verifiche spesso dolorose.
I personaggi che popolano il microcosmo dell'isola acquistano spessore con brevi indicazioni che si ricompongono come tasselli di un mosaico in una immagine generale in cui tutti, a partire dai protagonisti e fino alle figure più marginali, hanno una loro specifica caratterizzazione.
Il finale del romanzo non è scontato; anzi, è quantomeno sorprendente, quasi a confermare le parole che concludono la nota introduttiva dell'autore:
L'isola confine è un posto dove le forze si oppongono e la fantasia finisce per assomigliare alla realtà. Verità e magia si fondono.
Questo e altro mi auguro scopriranno coloro che leggeranno il libro.

Alfonso Gueli
sansa g
2014-08-28 l'isola confine di gabriele peritore bellissimo, poetico, divertente, magico. sansa g
2014-08-01 Cime Tempestose di Emily Bronte Bellissimo!!! un classico intramontabile... da rileggere e conservare nella propria libreria!! Francesca
2014-07-30 Inferno di Dan Brown Una corsa per le vie di Firenze per fermare una pestilenza di portata mondiale. Come sempre Dan Brown non delude. deborah77
2014-07-24 Storia di un corpo di Daniel Pennac Le opere di Pennac mi piacciono tutte. Consiglio di leggere pure questa! Claudia
2014-07-07 Non dirmi che hai paura di giuseppe catozzella assolutamente da leggere per conoscere il volto duro e spietato di quel viaggio impossibile che tanta gente tenta in cerca di una vita dignitosa e della salvezza Ilaria
2014-06-19 La fattoria degli animali di George Orwell Mi è piaciuto molto e credo che ora inizierò anche 1984 byron
 

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

La verità (di Trilussa)... Ner modo che m’avete combinata purtroppo nun sarò riconosciuta!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

La Verità che stava in fonno ar pozzo
Una vorta strillò: - Correte, gente,
Chè l’acqua m’è...


Leggi tutto...

Sono folle di te amore (di Alda Merini)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Sono folle di te, amore
che vieni a rintracciare
nei miei trascorsi
questi giocattoli rotti delle...


Leggi tutto...

Per poco (di Sara Teasdale)... bellissima...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

 

E quando sarò andata, andata via,
il mio canto potrà forse restare
per poco, come l'onda nella...


Leggi tutto...

Non sono tua (di Sara Teasdale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Non sono tua, tu non mi sai annullare,
anche se a questo il mio essere anela:
perdermi come fuoco...


Leggi tutto...

I passi

Un po' di Dostoevskij

Gli articoli - I passi dei libri

Alcuni brani tratti dalle opere maggiori del grande Dostoevskij...

 


Leggi tutto...

da Brucia Troia (di Sandro Veronesi)

Gli articoli - I passi dei libri

 

"Quando, esattamente, tutto fosse cominciato, non lo sapeva nessuno: chi conosceva il...


Leggi tutto...

"Il buio oltre la siepe" di Harper Lee

Gli articoli - I passi dei libri

Jem, mio fratello, aveva quasi tredici anni all'epoca in cui si ruppe malamente il gomito...


Leggi tutto...

da La piccola dea della fertilità (di Paul Mesa, Sperling & Kupfer)

Gli articoli - I passi dei libri

Quella che nel bagno della camera 314 sta bucando un preservativo è Bica (1,49 m; bevanda...


Leggi tutto...

I racconti

Caporali si nasce (di...

Gli articoli - I racconti

L'umanità l'ho divisa in due categorie di persone: uomini e caporali.
Leggi tutto...

Gioco d'azzardo (da...

Gli articoli - I racconti

Una notte d’estate, non più addietro di un mese e mezzo fa, li seguii giocare a carte. Le...


Leggi tutto...

Viaggio in mare (di...

Gli articoli - I racconti

Se un viaggio in mare non significa altro che la solita routine di bordo, il vento, il tempo e...


Leggi tutto...

La morte dell'impiegato...

Gli articoli - I racconti

Una magnifica sera un non meno magnifico usciere, Ivàn Dmitric' Cerviakòv, era seduto nella...


Leggi tutto...

Le recensioni

Il mio nome è rosso (di Orhan Pamuk) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni

Raffinato Effendi non si aspettava di morire, di essere ucciso. Era attaccato alla vita con...


Leggi tutto...

Oltre l’attesa (di Rossana d’Ambrosio) - recensione di Massimo Rondi

Gli articoli - Le recensioni

Chi vuole seguire una trama appassionante, e al tempo stesso riflettere sulla realtà delle...


Leggi tutto...

Tutto è monnezza (di Antonio Castagna, Liberaria)

Gli articoli - Le recensioni

Sul lungo periodo, diceva Keynes, saremo tutti morti. Parafrasandolo si potrebbe dire che alla...


Leggi tutto...

Il terrazzino dei gerani timidi (di Anna Marchesini) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni

Pare introducano, i gerani, una vita al minimo, sonnolenta, nel loro aspetto convalescente e...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 673 visitatori online