Contenuto Principale
"Terra Venduta- Così uccidono la Calabria" di Claudio Cordova (recensione di Giuseppe Labate)
Gli articoli - Le recensioni
Lunedì 29 Novembre 2010 12:19

 

“Uno scenario dantesco. Mi indicavano le abitazioni : in quella casa ne morirono tre, in quell’altra due, da quell’altra parte ancora due”. Siamo a pagina 84 di “Terra Venduta”, a parlare è il Procuratore Bruno Giordano. Sta indagando sullo strano caso del Torrente Oliva, che presenta zone con valori radioattivi superiori alla norma, anomalie magnetiche e una temperatura di 5-7 gradi superiore a quella dei terreni circostanti. Deve capire perché poi la gente muore.Per alzare il velo che copre questa verità, nel gennaio 2010, il capo della Procura di Lagonegro va a comprare un pollo, venduto al supermercato e fa alcune analisi. Viene riscontrato un alto tasso di ferro, 40 volte superiore alla norma. Viene fuori che era dovuto all’acqua che beveva.Poi c’è l’affondamento misterioso di una nave, la Rigel, nel 1987. Si parla di “penetratori”, grandi siluri riempiti di prodotti radioattivi, che, lanciati in mare, con la forza di gravità, affondano e restano conficcati nei fondali. C’entrano qualcosa col resto? Le intercettazioni dicono che la mafia pensa che “lo Jonio è buono, perché è molto profondo”.  La motonave infatti affonda senza dare SOS, a bordo si volatilizzano tutti. Perché? Tutto premeditato? Una strana intercettazione criptica dice: “Il bambino è nato. Si, stamattina presto”. Si riferisce alla motonave Rigel, confesserà quell’uomo. Ma cosa sta succedendo? 

Le indagini cominciano nel 1994 e Cordova mette a posto tutti i tasselli mancanti. La mafia fa affari sullo smaltimento dei rifiuti radioattivi: li infossa a mare, li smista nelle zone di terraferma abbandonate o addirittura li riutilizza per costruire edifici pubblici o scuole. Questa è la verità. Una delle tante inchieste che appare nel libro, quella  delle Montagne Nere, “Black Mountains”, si può riassumere così come dice l’autore : “Una fabbrica produce scorie. Scuole e piazzali di Crotone, parcheggi, strade, case e opera pubbliche costruite con scarto industriale, rifiuti tossici e  sostanze cancerogene.[...] 350.00 tonnellate per costruire tre cortili di scuola [..]”. A pagina 101, la nota dolorosa: “I genitori di molti bambini  di Crotone le tentano tutte per salvare i propri figli. Glieli hanno avvelenati. Andavano a scuola ogni giorno, non potevano pensare di poggiare i piedi su un immenso tappeto di scorie tossiche, non potevano pensare di respirare veleno per diverse ore della giornata. Adesso molti sono affetti da patologie tumorali. Le sostanze-  zinco, cadmio, nichel-  gliele hanno trovate nello stomaco, nei capelli”. Una di queste scuole, purtroppo profeticamente, si chiama “Lucifero”.

Come avverte l’autore, “la forza della ‘ndrangheta sta nell’essere invisibile”, bisogna quindi fare luce. E ogni pagina abbaglia, quando Cordova, con una scrittura rapida ed efficace, scrive che le “navi che partono, non arrivano da nessuna parte”, che “nel Torrente Oliva passano  4-5 giorni tra diagnosi e decesso” e quando racconta storie di ingiustizia e morte.  La più tragica  sicuramente è quella dei due cugini di Soverato, Augusto e Fausto Squillacioti, che vanno a pesca insieme, in un tratto di mare dove prima erano stati recuperati alcuni fusti gialli buttati da una nave. Loro forse non lo sapevano. “Tirando le reti si ritrovano in mano una strana palla di fango. Appena toccata, avvertono forte prurito, lacrimazione, bruciore terribile alle mani. Poco tempo dopo Augusto si ammala e muore di leucemia mieloide. Anche Fausto contrae la stessa malattia, ma si salva con un trapianto di midollo”, ci racconta l’autore.

Il grande merito di Claudio Cordova è quello di portare in vita le storie, di fare uscire le carte giudiziarie dalla Magistratura e di trasmetterle al lettore con tutta la loro dura forza e problematicità. Tra i fascicoli del magistrato Alberto Cisterna, il lettore può leggervi l’intercettazione fatta a due malavitosi, sul problema accennato da uno sull’ammorbamento delle acque. L’altro lo rassicura in questo modo: “Ma sai quanto ce ne fottiamo del mare? Pensa ai soldi che con quelli, il mare andiamo a trovarcelo da un’altra parte”. Agghiacciante. 

Ilaria Alpi, Miran Hrovatin, Natale De Grazia, Mauro Rastagno: sono solo alcuni dei “curiosi” fatti tacere per sempre, nell’abisso senza ritorno della morte. Avevano raccolto documenti e facevano troppe domande scomode. Per tutto il libro, si ha la voglia di conoscere, sapere e chiarire ogni mistero. E soprattutto rendere giustizia a loro. Come nel caso della famosa agenda rossa di Paolo Borsellino, “chi cerca la verità, ha un taccuino”. Bene, Claudio Cordova l’ha scritta in questo libro. Leggetelo.

  

>>> Per saperne di più!!! <<<

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Itaca (di Kavafis)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

ITACA
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in...


Leggi tutto...

Come posso dire (di Karin Maria Boye)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Come posso dire se la tua voce è bella...

Leggi tutto...

Demoni e meraviglie (di Jacques Prevert)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Demoni e meraviglie
Venti e maree
Lontano di gia' si e' ritirato il mare
E tu
Come alga...


Leggi tutto...

Fabrizio De Andrè - Amore che vieni amore che vai

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un bacio e volerne altri cento

Leggi tutto...

I nuovi autori

Hope: Gli occhi della Speranza

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Hope: Gli occhi della Speranza di Daniela Mastromatteo *** Hope racchiude un segreto,...

Leggi tutto...

IL BIMBO DI RACHELE

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** IL BIMBO DI RACHELE di Daniela Alibrandi *** Rachele, una donna come tante che si...

Leggi tutto...

Un insolito Natale in Australia

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Un insolito Natale in Australia di Marie Therese Taylor *** Amori intrighi e passioni in...

Leggi tutto...

Mia Nonna Fuma

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Mia Nonna Fuma di Alessandro Raschellà *** Il protagonista, di cui non verrà mai svelato...

Leggi tutto...

I passi

L'improbabile teoria del tacco

Gli articoli - I passi dei libri

È il turno della mia teoria sui tacchi femminili. Esempio della mia tendenza ad analizzare, ed...


Leggi tutto...

da "La tempesta" di Kahlil Gibran

Gli articoli - I passi dei libri

Yusif El Fakhri aveva trent'anni quando si ritirò dalla società per andare a vivere in un eremo...


Leggi tutto...

da Pastorale americana di Philip Roth

Gli articoli - I passi dei libri

"Lo Svedese. Negli anni della guerra, quando ero ancora alle elementari, questo era un nome...


Leggi tutto...

da "Mattatoio n.5" di Kurt Vonnegut

Gli articoli - I passi dei libri

 

È tutto accaduto, più o meno. Le parti sulla guerra, in ogni caso, sono abbastanza vere. Un...


Leggi tutto...

I racconti

Praefectus (di Camillo...

Gli articoli - I racconti

La giornata è pessima, ma questo non mi inquieta. I primi sei anni del mio governatorato sono...


Leggi tutto...

Joseph Conrad e l'oceano

Gli articoli - I racconti

Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù comuni, l'oceano ignora compassione,...


Leggi tutto...

Il cuore rivelatore (di...

Gli articoli - I racconti

Sì; è vero – sono nervosissimo, spaventevolmente nervoso – e lo sono stato sempre; ma perché...


Leggi tutto...

L'indovina (di Stefano Benni)

Gli articoli - I racconti

L’indovina Amalia, famosa cartomante, accolse il cliente nel suo studio.
Sul tavolo c’erano una...


Leggi tutto...

Le recensioni

Non farmi male (di Matteo Grimaldi) - recensione di Monica Morgana

Gli articoli - Le recensioni

 

Sette racconti. Brevi squarci di vite costrette ad affrontare situazioni tormentose ritratte...


Leggi tutto...

Ragione e pentimento (di Sandra Faè, goWare)

Gli articoli - Le recensioni

Si può sopravvivere a un tradimento? Sulle note di questa domanda Sandra Faè ci traghetta...


Leggi tutto...

La piccola dea della fertilità (di Paul Mesa, Sperling & Kupfer) - recensione di Giancarlo Giuliani

Gli articoli - Le recensioni

Paul Mesa ci regala un personaggio femminile assolutamente originale, allo stesso tempo...


Leggi tutto...

La condizione umana (di André Malraux) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni

Cen ha appena commesso un omicidio, il suo primo atto terroristico. Ha un sospiro di sollievo,...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 704 visitatori online