Contenuto Principale
da Le dieci donne del cavalirere (di Arto Paasilinna)
Gli articoli - I passi dei libri
Martedì 05 Marzo 2013 11:56

La morte arriva sbuffando come una mostruosa locomotiva a vapore e stritola chiunque si trovi sul passaggio, nessuno sfugge a quella sciagura...

Ogni spoglia mortale presto o tardi finirà sul vagone per l'oltretomba, per quanto l'orario possa variare. Ma prima di quell'ultimo viaggio, arriva la vecchiaia, e prima ancora la mezza età e il giorno in cui si compiono i sessant'anni. A quel punto ogni essere umano, in particolare gli uomini, dovrebbe rassegnarsi ad aspettare la partenza del treno, mettere giudizio, darsi una calmata, ma certi proprio non lo fanno.

La schiena ancora fumante dal calore della sauna, l'industriale Rauno Rämekorpi uscì a rinfrescarsi sul terrazzo del suo appartamento. E lì rimase in costume adamitico a contemplare le onde grigie del golfo di Finlandia davanti al Westend di Espoo, il quartiere residenziale dove abitava. Era venerdì mattina, il 7 di settembre. Alle spalle aveva sessant'anni tempestosi, caotici e straordinari. Davanti a sé altri dieci, o, con un po' di fortuna, magari anche venti. Cosa gli avrebbe riservato il tempo cne gli restava, cosa poteva aspettarsi, cosa avrebbe dovuto mollare? Sessant'anni prima, nel 1941, era venuto al mondo nel villaggio di Riipi, a pochi chilometri da Sodankylä, in Lapponia. All'epoca la Lapponia era occupata dai tedeschi, la Seconda guerra mondiale infuriava su tutti i fronti.

Uno strepito riempì il ciclo. Uno stormo di gru volteggiava in cerchio nell'aria alla ricerca di correnti ascensionali, cominciando a serrare le fila per schierarsi a V. Rauno aveva le lacrime agli occhi a furia di guardare in su, ma per nulla al mondo si sarebbe perso lo spettacolo di quegli uccelli maestosi che si preparavano al loro lungo viaggio. Quando la formazione fu finalmente pronta e si diresse con rotta sicura verso sud, l'industriale abbassò la testa e asciugò le lacrime. Le gru erano partite. E anche la sua vita stava bellamente volandosene via.

Non c'è niente di particolarmente funesto nella migrazione delle gru. Ogni anno si radunano per affrontare il volo verso l'Africa. Ma cosa le spinge a partire? pensava Rauno. Probabilmente avrebbero potuto resistere al clima gelido, ma come trovare da mangiare in Lapponia quando le rane sono in letargo sottoterra al riparo dal gelo? Era per il cibo che andavano a sud, niente di più complicato di questo. Le gru non mangiano gli scoiattoli e non si arrampicano sugli alberi.

Se l'evoluzione le avesse fornite di zampe prensili, si sarebbe potuto assistere al fantastico spettacolo di quei colli lunghi nelle tormente di neve lapponi che si aprono un varco nelle fitte chiome dei pini per inseguire martore e scoiattoli e farsene in un lampo un sol boccone. E soddisfatte della caccia, sarebbero rimaste in equilibrio sulle lunghe zampe in cima agli alberi, emettendo versi di felice appagamento.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Certezza (di Antonia Pozzi, da "Lieve offerta" di Bietti Editore)... una delle più grandi poetesse del novecento...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Tu sei l'erba e la terra, il senso

quando uno cammina a piedi scalzi

per un campo arato.


Leggi tutto...

Non t'amo se non perché t'amo (di Pablo Neruda)... i suoi versi sono unici come sempre... leggeteli!!!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Non t'amo se non perché t'amo
e dall'amarti a non amarti giungo
e dall'attenderti quando non...


Leggi tutto...

Antonio De Curtis (Totò) - Uocchie 'Ncantatore

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
Te guardo dint' all'uocchie e veco 'o mare,
'o sole, 'a luna, 'e stelle e 'o cielo blù
sti dduje...

Leggi tutto...

Te (di Kahlil Gibran)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,


Leggi tutto...

I nuovi autori

DIZIONARIO DEI GIOCHI DA TAVOLO

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** DIZIONARIO DEI GIOCHI DA TAVOLO di ENRICO DE LUCA *** Il dizionario vuole essere uno...

Leggi tutto...

Arcangeli. Storie di uomini

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Arcangeli. Storie di uomini di Alfredo Cosco *** Le storie guariscono, le storie ci...

Leggi tutto...

Babyl, Il Libro d'Oro

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Babyl, Il Libro d'Oro di Daren Wood *** Alla fine della Terza Era il Regno di Anthesia è...

Leggi tutto...

Mediterranea - Venti da sud Ovest

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Mediterranea - Venti da sud Ovest di Mariano Strina *** Il 7 settembre del 1796, una...

Leggi tutto...

I passi

da "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafón

Gli articoli - I passi dei libri

"E conserva i tuoi sogni" disse Miquel. "Non puoi sapere quando ne avrai bisogno".

da "1984" di George Orwell

Gli articoli - I passi dei libri

Era una fresca limpida giornata d'aprile e gli orologi segnavano l'una. Winston Smith, col...


Leggi tutto...

da La voce invisibile del vento (di Clara Sanchez)

Gli articoli - I passi dei libri

Uscirono da Madrid alle quattro del pomeriggio prendendo la A3 in direzione est. Julia aveva...


Leggi tutto...

"Il buio oltre la siepe" di Harper Lee

Gli articoli - I passi dei libri

Jem, mio fratello, aveva quasi tredici anni all'epoca in cui si ruppe malamente il gomito...


Leggi tutto...

I racconti

da La rivolta di Atlante...

Gli articoli - I racconti

Eddie Willers pensò ad un giorno d'estate di quando aveva dieci anni. Quel giorno, in una...


Leggi tutto...

Ballate come se nessuno vi...

Gli articoli - I racconti

Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita sarebbe presto cominciata, la vera vita! Ma...


Leggi tutto...

Il cuore rivelatore (di...

Gli articoli - I racconti

Sì; è vero – sono nervosissimo, spaventevolmente nervoso – e lo sono stato sempre; ma perché...


Leggi tutto...

Sentinella (di Fredric...

Gli articoli - I racconti

Era bagnato fradicio e coperto di fango e aveva fame e freddo ed era lontano cinquantamila...


Leggi tutto...

Le recensioni

Liò Viaggio IN-Giappone (di Leonardo Romanelli)

Gli articoli - Le recensioni

Dopo aver viaggiato in molti paesi nel mondo, ho sentito l’aspirazione di scrivere un diario di...


Leggi tutto...

"Il giardino di casa" di Pino Campo - recensione di Gaetano Barbagallo

Gli articoli - Le recensioni

recensione di Gaetano Barbagallo

Il giardino di casa (frammenti edizioni, 2010), opera prima...


Leggi tutto...

La piccola dea della fertilità (di Paul Mesa, Sperling & Kupfer) - recensione di Giancarlo Giuliani

Gli articoli - Le recensioni

Paul Mesa ci regala un personaggio femminile assolutamente originale, allo stesso tempo...


Leggi tutto...

Fuori dal tempio. La Chiesa al servizio dell'umanità. (di Pierluigi Di Piazza) - recensione di Mauro Balbo

Gli articoli - Le recensioni

 

La Chiesa che don Pierluigi Di Piazza sogna non è la Chiesa delle gerarchie; non è quella...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 712 visitatori online