Occhi tra le foglie (di Giacomo Pinelli, Fedelo's Editrice)
Gli articoli - I nuovi autori
Venerdì 22 Febbraio 2013 10:26

Immagine
*** OCCHI TRA LE FOGLIE di GIACOMO PINELLI *** Occhi tra le foglie di Giacomo Pinelli Romanzo In Occhi tra le foglie viene narrata la storia delle sorelle Lazzeroni e del loro adorato fratello Giovanni. Rimasti orfani di padre, sono costretti a crescere in fretta, scossi dalla furia della grande guerra e dalla malvagità umana. Ad accudirli sono la madre Giuseppina e la zia Lisetta, nubile, timorata di Dio e votata al sacrificio. Il vero protagonista e voce narrante è però Giampiero, pigro e inconcludente scrittore, che si ritrova suo malgrado coinvolto in un conflitto familiare che fatica a decifrare. Intimidito dall’austerità della famiglia di cui presto farà parte, accetta il compito che gli viene proposto più per impressionare la compagna che per reale altruismo. Sullo sfondo, gli inconfessabili segreti di una famiglia all’apparenza unita e il ricordo del dolore di una madre innocente. Quando la vennero a prendere, si era appena lavata i capelli e li stava asciugando fuori di casa. La raggiunsero in cinque, non fecero alcun rumore che potesse indurla ad alzare la testa; era ormai tardi, quando il sole che batteva sul piccolo giardino venne oscurato dalle loro ombre, tardi per provare a fuggire, tardi per arginare la consapevolezza fulminea che tutto era finito, tutto ormai perduto. Non piangeva, mentre le loro mani la stringevano, la spingevano verso il camioncino, non tremava. Aveva lo sguardo smarrito nel vuoto, sussurrava preghiere incomprensibili senza quasi muovere le labbra, camminando a passi incerti in mezzo alle case con le finestre aperte al sole di mezzogiorno, dalle quali qualcuno si sporse per urlare puttana, spiona, infame, battendo le mani, ridendo della sua sorte … Non nutriva odio per quegli uomini e i loro fucili, per la loro pretesa vendetta e il sarcasmo con il quale la insultavano. Pensava al suo tesoro quando la fecero fermare a bordo strada e, scesi dal camioncino, la costrinsero a entrare nel castagneto vicino. Pensava al suo tesoro quando le dissero di inginocchiarsi e davanti agli occhi non ebbe altro che alberi carezzati da una timida brezza, saluto finale ai suoi giorni tristi. Pensava al suo tesoro anche dopo aver smesso di recitare preghiere ormai giunte a destinazione, un istante prima di affondare il volto nel soffice terreno cosparso di foglie, che accolse il suo martirio. Il cielo era azzurro, fresco, orfano di nuvole. Giovanni, eroe partigiano quand’era ancora un ragazzino, è ormai vecchio e malandato. Dopo un’esistenza spesa tenendo fede ai propri valori morali, sente avvicinarsi la morte. E’ consapevole che i segreti di famiglia, le mancanze a cui non ha posto rimedio, si stanno per riaffacciare, mettendo in pericolo tutto ciò che ha costruito. Vorrebbe porre rimedio alla segreta colpa che da sempre lo tormenta: l’abbandono in un orfanotrofio del cugino Amedeo, il figlio che la zia Lisetta partorì dopo essere stata stuprata da un partigiano nascosto nei boschi, da lei in precedenza aiutato e nutrito. All’arresto dell’uomo, le accuse, sussurrate, che l’additavano come delatrice, la costrinsero a lasciare il paese. Alla fine della guerra non riuscì a sottrarsi alla vendetta, lasciando solo il proprio bambino. Dopo decenni di silenzio e angoscioso rimorso, senza che le tre sorelle, alle quali la vita ha riservato destini alquanto diversi, diano prova di altrettanto pentimento, Giovanni riesce a scoprire dove vive. Chiede aiuto alla sua pronipote preferita Silvia e al suo convivente, Giampiero, un sognatore imbelle e privo di ambizione. Silvia accetta senza remore, ma presto si tira inspiegabilmente indietro, creando una frattura con Giampiero; per dimostrare il proprio valore agli occhi della compagna e a quelli dei familiari che non sembrano stimarlo, il ragazzo si prefigge lo scopo di aiutare Giovanni. Una scelta che lo porterà ad attraversare l’oceano fino a raggiungere la Cornovaglia. I personaggi che incontrerà tra Penzance e Land’s End, la sconvolgente verità che dovrà gestire, lo porteranno a disseppellire avvenimenti che la storia aveva ormai celato, costringendolo a mettere in discussione non soltanto la propria storia d’amore con Silvia, ma la sua intera esistenza e tutto ciò che fino ad allora aveva inteso come fedeltà e onore. Occhi tra le foglie è un romanzo di circa duecentosessanta pagine, scritto in prima persona quando il narratore è Giampiero, in terza persona quando si raccontano gli avvenimenti riguardanti Giovanni e la famiglia Lazzeroni. Ambientato tra Parma, la Lunigiana e la Cornovaglia, racconta la guerra, la fame, il desiderio di vendetta. Dipinge il ritratto di una famiglia nella prima metà del Novecento e ne accompagna i protagonisti fino ai giorni nostri. E’ un incontro di generazioni, suggellato dalla memoria e dai segreti che riaffiorano dal passato. Traccia figure di donne coraggiose e umili destinate a un martirio cosciente e di uomini consumati dall’odio e dalla brama di vendetta.
FEDELO'S EDITRICE

 

Commenti  

 
#2 Guest 2020-04-08 17:18
Levitra Online 10 Mg generic cialis online: buyciallisonline.com/# Como Comprar Cialis Online best place to buy generic cialis online Propecia Nipple Tenderness
 
 
#1 Guest 2019-10-19 01:53
Propecia 0.5 Mg Acheter Du Kamagra cialis 5 mg best price usa: ciali20mg.com Le Viagra Homme Site Officiel Vente Cialis Viagra Ligne Pas Cher
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna