Contenuto Principale
La lunga attesa dell'angelo (di Melania G. Mazzucco) - recensione di Anna Maria Pinna
Gli articoli - Le recensioni
Sabato 23 Giugno 2012 16:25

La lettura dell’appassionante romanzo, non biografia, “La lunga attesa dell’angelo” della Mazzucco, ha sortito una sorta di un’attrazione fatale che, sia come trama che come scrittura, mi ha avvinto inchiodandomi alle pagine, prendendomi alla gola, fino all’ultimo momento.

Per il timore che nella full immersion della lettura mi fossero sfuggite sfumature importanti, ho riletto altre due volte questa storia narrata dalla M. e, ogni volta, sembrava la prima.

“Ogni lettura importante reca con sé i segni di una relazione straordinaria, mai pacifica, mista di inquietudine e di ebbrezza – scrive Ezio Raimondi nel suo “Le voci dei libri” – come quando un canto si innalza d’improvviso e trova la sua armonia.”

Ecco per me è stato proprio così: attraverso la Mazzucco mi sono appassionata alla parabola umana e religiosa di Iacomo, detto Tintoretto - che ha portato nella mia “vita i suoi affetti, le sue ragioni a interpellare i miei affetti, le mie ragioni” - e a questa sua intensa figlia, Marietta,  alle loro vicissitudini, alla loro famiglia, al contesto nel quale si sono trovati a vivere la loro storia di persone, poi di artisti.

Magari ce ne fossero tanti di libri così appassionanti! Di questi tempi sarebbe molto consolatorio, ma purtroppo non è così.

Se non ricordo male un’attrazione simile l’ho avuta con “Memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar. Anche lì un grande Imperatore romano, ma in primis un uomo molto vicino a noi, nonostante le barriere di spazio e di tempo, che porta su di sé i problemi degli uomini di ogni tempo. Qui uno dei più grandi interpreti della pittura italiana del Cinquecento che negli ultimi 5 giorni della sua vita, ormai esausto nel suo letto di dolore, ripercorre a ritroso il travagliato percorso della sua esistenza ma, soprattutto, rivive il suo rapporto strettissimo con l’amatissima figlia, nel loro privilegiato rapporto simbiotico di amore e di disperazione, ma anche quel medesimo approccio con i colori, col guizzare veloce del pennello, con l’immaginazione, con la luce.

Stiamo parlando nei due casi – l’Imperatore Adriano e Iacopo Robusti–  di “biografie romanzate” dove le due illustri autrici – due donne – a mio avviso possono permettersi licenze di ogni tipo proprio perché si tratta di romanzi non di saggi o biografie che devono rispondere a precise regole nella catalogazione della vita e delle opere (come Melania G. Mazzucco ha fatto nella pubblicazione “Jacopo Tintoretto e i suoi figli”.

Segnalo che l’autrice ha scelto “di dar voce anche alla pittura” nella sede appropriata “rendendo un grande servizio a tutti”, cioè nella prima Mostra realizzata a Roma, ospitata alle Scuderie del Quirinale fino al 10 giugno scrivendo le meravigliose didascalie al fianco dei grandi teleri e di tutte le opere esposte (riportate anche nel Catalogo dell’Esposizione), per renderne più leggibile ed accattivante la fruizione al grande pubblico, non solo agli addetti ai lavori.

La scrittura avvincente ed appassionata della Mazzucco mi ha avvicinato ad una pietra miliare della storia dell’arte come Tintoretto e mi ha indotto a cogliere nella sua immensa produzione pittorica particolari dei quali non mi ero mai accorta prima.  Ma di questa autrice (che sento molto vicina, pur non avendola ancora mai vista e sentita) ho approfondito altre opere che vivamente consiglio, come Vita e Limbo. (scusate se è poco).

Ho atteso con ansia e trepidazione la serata del 5 giugno, al Foro Romano, dove nel corso del festival della Letteratura era in cartellone l’incontro “Melania Mazzucco con Julie Otsuka”.

Ho ancora i brividi addosso. Finalmente ho conosciuto dal vivo una scrittrice che amo molto, ha letto agli spettatori un inedito, meraviglioso!

recensione di Anna Maria Pinna  (ANMARY)

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Dai lettori...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 02 Aprile 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da Edoardo) Siamo arrivati al terzo episodio dei racconti del commissario Nero, al secolo Franco Danzi con questo breve ma denso di contenuti quot; Il Matto con gli stivaliquot;. Marco Miele (l'autore) chiude il cerchio( ma si potrebbe riaprire in qualsiasi momento) dei racconti dei compagni di...
Leggi tutto...

Nel mare ci sono i coccodrilli di...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 31 Marzo 2017
Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (consigliato da Emilia ) Consiglio vivamente di leggere questo libro , soprattutto ai ragazzi che vogliono avvicinarsi alla lettura .Storia vera e attuale di un bambino , oramai adulto, che attraversa il mare con un gommone per salvare la propria vita .Trama avvincente e sensazionale ....
Leggi tutto...

Il matto con gli stivali di Marco...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Domenica 12 Marzo 2017
Il matto con gli stivali di Marco Miele (consigliato da erica) Giallo in maremma da leggere...
Leggi tutto...

1984 di George Orwell (consigliato...

Consigli e classifiche - I consigli dei lettori
Venerdì 03 Marzo 2017
1984 di George Orwell (consigliato da pino) 5/5...
Leggi tutto...
Consiglia anche tu!

Chi mi consiglia una poesia?

Sono folle di te amore (di Alda Merini)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Sono folle di te, amore
che vieni a rintracciare
nei miei trascorsi
questi giocattoli rotti delle...


Leggi tutto...

Demoni e meraviglie (di Jacques Prevert)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Demoni e meraviglie
Venti e maree
Lontano di gia' si e' ritirato il mare
E tu
Come alga...


Leggi tutto...

"Ti amo come se mangiassi il pane" di Nazim Hikmet

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Ti amo come se mangiassi il pane
spruzzandolo di sale
come se alzandomi la notte bruciante di...


Leggi tutto...

Sara Teasdale - Lo sguardo

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie

Strephon mi ha baciata a primavera,
Robin in autunno,
ma Colin mi ha guardata soltanto
e non mi ha...


Leggi tutto...

I nuovi autori

'A povere ncopp''o core

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** 'A povere ncopp''o core di Antonino Guglielmi *** Divertente commedia in due atti in...

Leggi tutto...

IL GIORNO SENZA DOMANI

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** IL GIORNO SENZA DOMANI di Angelo Amato de Serpis *** Un racconto giovane, dal sapore...

Leggi tutto...

L'Uomo Nuovo, dai creatori alieni al Primo Contatto

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** L'Uomo Nuovo, dai creatori alieni al Primo Contatto di Giovanna Lombardi *** In questo...

Leggi tutto...

Gli istanti si spezzano a metà

Gli articoli - I nuovi autori
Immagine
*** Gli istanti si spezzano a metà di Antonio Riccardo Petrella *** “Gli istanti si spezzano...

Leggi tutto...

I passi

da "Il richiamo della foresta" di Jack London

Gli articoli - I passi dei libri

 

Buck non leggeva i giornali; altrimenti avrebbe saputo che c'erano guai in vista, e non...


Leggi tutto...

da Una burla riuscita (di Italo Svevo)

Gli articoli - I passi dei libri

Mario Samigli era un letterato quasi sessantenne. Un romanzo ch'egli aveva pubblicato...


Leggi tutto...

da Il teatro di Sabbath (di Philip Roth)

Gli articoli - I passi dei libri

"Giura che non scoperai più le altre o fra noi è finita.
Questo l’ultimatum, il delirante,...


Leggi tutto...

da "In alto a sinistra" di Erri De Luca

Gli articoli - I passi dei libri

Per un breve periodo scolastico evitai ogni contatto con la fisica. Non avevo ancora le...


Leggi tutto...

I racconti

La cosa più ingiusta della...

Gli articoli - I racconti

La cosa più ingiusta della vita è il modo in cui finisce. Voglio dire, la vita è dura e impiega...


Leggi tutto...

Satira: I 3 poteri delle...

Gli articoli - I racconti

“Correre dietro alle donne non ha mai fatto male a nessuno. E' raggiungerle, che è pericoloso”.

Leggi tutto...

da La rivolta di Atlante...

Gli articoli - I racconti

Eddie Willers pensò ad un giorno d'estate di quando aveva dieci anni. Quel giorno, in una...


Leggi tutto...

Inno alla Bellezza (di...

Gli articoli - I racconti

Vieni tu dal cielo profondo o sorgi dall'abisso, Beltà?
Leggi tutto...

Le recensioni

Il mondo sommerso (di Martina Savoia) - recensione di Eryr

Gli articoli - Le recensioni

"Il mondo sommerso" è un microcosmo sconosciuto, fatto di stanze bianche, di larghi corridoi,...


Leggi tutto...

Andavamo a morire per un pezzo di pane (di Marco Longo)

Gli articoli - Le recensioni

"La catastròfa - Marcinelle 8 agosto 1956" di Paolo Di Stefano - recensione di Marco Longo

Leggi tutto...

Un amore (di Dino Buzzati) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni

Combinato l’appuntamento, difficile è spiegare la sensazione, sempre che ci sia qualcosa da...


Leggi tutto...

Tutto è monnezza (di Antonio Castagna, Liberaria)

Gli articoli - Le recensioni

Sul lungo periodo, diceva Keynes, saremo tutti morti. Parafrasandolo si potrebbe dire che alla...


Leggi tutto...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

 718 visitatori online