Contenuto Principale
Le recensioni


Oltre l’attesa (di Rossana d’Ambrosio) - recensione di Massimo Rondi
Gli articoli - Le recensioni
Thursday, 05 January 2012 16:32
There are no translations available.

Chi vuole seguire una trama appassionante, e al tempo stesso riflettere sulla realtà delle istituzioni totali, soprattutto delle carceri, legga “Oltre l’attesa” (la grafica ad alta leggibilità lo rende ulteriormente piacevole): un libro che si legge tutto d’un fiato, scritto in una prosa leggera ed emotiva.

Rossana d’Ambrosio inizia il suo libro con una dedica molto forte, di grande attualità, purtroppo, in questo inizio del 2012:

Vorrei dedicare questo libro a chi trascorre la vita, per libero arbitrio o per costrizione, all’interno delle “istituzioni totali”.

Chi vive in convento fa una scelta in base al suo credo e ai suoi ideali.

Chi si trova fra le mura di un ospedale o di un carcere sta compiendo un percorso che lo dovrebbe portare a una vita migliore.

Auspico che questo percorso non sia gratuitamente doloroso, ma porti a una ‘guarigione’ vissuta nel pieno della dignità e del rispetto dei diritti umani.

Ma in realtà il romanzo presenta molti, diversi, spunti e percorsi di lettura, di cui il primo e unificante è quello del “viaggio catartico”, attraverso “l’attesa” del vero compimento di se stessi.

La vicenda prende l’avvio dall’inaspettato incontro fra un uomo e una donna, nelle corsie di un grande ospedale. Come nei romanzi di formazione la protagonista si butta nella vita e nel mondo, assapora emozioni, sperimenta un tumultuoso amore, si scontra con dure realtà... Lungo un percorso che apre strade importanti, la scultrice Eleonora Ferreri vive molteplici e inattese esperienze: “Se non ti aspetti l'inatteso non lo scoprirai, sfuggente e improbabile com'è” ha detto Eraclito.

Anche lo stile, alto, e il linguaggio, ricco, sono apprezzabili.

(recensione di Massimo Rondi)

 
Dio salvi il Gigante (di Diletta Nicastro) - recensione di Anna Maria De Majo
Gli articoli - Le recensioni
Monday, 12 December 2011 21:40
There are no translations available.

 

E' uscito il 30 settembre di quest'anno il romanzo di Diletta Nicastro "Dio salvi il Gigante" 6° episodio della serie "Il mondo di Mauro & Lisi". La particolarità di questi romanzi d'avventura è che sono tutti ambientati in siti UNESCO patrimonio dell'Umanità. Nel caso di quest'ultimo, l'azione si svolge in Irlanda del Nord, nel sito UNESCO del Giant's causeway - il sentiero del Gigante. E' l'ennesima avventura di Mauro Cavalieri, giovane ispettore Unesco che viene regolarmente inviato a risolvere gravi problemi che si sono presentati nei diversi siti. Ad aiutarlo è la giovane sorella Elisabetta detta Lisi che con il suo coraggio e le sue intuizioni gli è sempre di valido aiuto. In questo episodio i servizi segreti britannici vengono a conoscenza di un possibile attentato nel sito del Giant's causeway ed informano l'Unesco che invia Mauro sul posto. Il giovane ispettore si trova a dover mediare tra gli agenti britannici ed i ribelli irlandesi tra cui il giovane Kieran, amico suo e di Lisi, che intendono proteggere la loro terra ma mal sopportano la collaborazione con gli inglesi. Con il susseguirsi di coninui colpi di scena, l'azione si svolge tra paesaggi mozzafiato della verde Irlanda in un crescendo fino all'imprevisto finale.

Diletta Nicastro, Dio salvi il Gigante, Il Mondo di Mauro & Lisi, 2011

(Recensione di Anna Maria De Mayo)

 
Ipazia. Vita e sogni di una scienziata del IV secolo (di Adriano Petta e Antonino Colavito) - recensione di Enrico Cantarelli
Gli articoli - Le recensioni
Thursday, 24 November 2011 11:46
There are no translations available.

Una storia raccontata da due autori piuttosto diversi tra loro. L’intento di raccontare una vicenda realmente accaduta nel 400 d.C circa, romanzandola nel limite del possibile. La voglia di illuminare i lettori con alcuni dei risultati filosofici e scientifici raggiunti dalla mente della studiosa, ma prima di tutto donna di ampia intelligenza, Ipazia. Tutti questi elementi rendono il libro a mio avviso leggermente sconclusionato e infondono nel lettore una sorta di straniamento, sia dalla vita di Ipazia, che dal suo pensiero. Forse la divisione in due parti non giova al testo: la prima segue, dal “diario” di un ipotetico allievo segretamente innamorato della sua maestra, lo svolgimento dell’esistenza di Ipazia, da quando poco più che ventenne è già presissima dai suoi studi, in particolare astronomici, alla sua morte avvenuta in concomitanza con l’ascesa sempre più oppressiva di un cristianesimo bigotto e molto politicizzato e volto alla conquista del potere.

 
Il mondo sommerso (di Martina Savoia) - recensione di Eryr
Gli articoli - Le recensioni
Saturday, 12 November 2011 13:56
There are no translations available.

"Il mondo sommerso" è un microcosmo sconosciuto, fatto di stanze bianche, di larghi corridoi, di porte sbarrate. È il piccolo grande regno degli sguardi perduti nel vuoto, dei passi incerti e strascicati, dei lamenti, dei silenzi lunghissimi o delle risate convulse che scoppiano all'improvviso. È la dimora dei pazzi, dei malati di mente, dei depressi clinici. Dei dimenticati. Persone che vivono al margine, della società come della vita.

L'autrice narra con spontaneità e naturalezza il suo breve ma travagliato percorso attraverso questa dimensione parallela, quella di un reparto di psichiatria, alternando momenti di cupa disperazione a passaggi insospettabilmente ilari e leggeri, come solo il "mondo sommerso", nella sua oscura quotidianità, sa regalare in modo tanto inaspettato e travolgente.

(recensione di Eryr)

 
Mama Kenya – Cuore d'Africa (di Lorena Gagliotta) - recensione di Massimo Gallus
Gli articoli - Le recensioni
Saturday, 12 November 2011 12:05
There are no translations available.

Questa è la storia di tante storie messe insieme, vite di uomini, donne, bambini anziani. È il racconto quasi magico di gente che era distante, lontana fisicamente, ma che camminava verso un'unica luce, l'amore e il coraggio”. Due righe, sotto al titolo del primo capitolo “Vocazione”, da subito aprono la porta alla bellezza, issano la vela per farti seguire il vento dell'anima. 
Così inizia “Mama Kenya – Cuore d'Africa”, il libro di Lorena Gagliotta. Pagine vive che esprimono un universo comune ad ognuno, attraverso le sue avventure nella tribù Giriama in Kenya, dai 27 ai 30 anni, diventando una di loro, parlando la loro lingua, restando però sempre se stessa. È questa una delle meraviglie così forti e così normali che sgorga dai suoi racconti: cercare l'essenzialità e la semplicità dell'amore con gente cosiddetta “primitiva”, incontrare ed esprimere la propria persona. È l'Africa raccontata con gli africani, la persona ritrovata e raccontata con le persone, complice la maestà della natura. 
Ogni giorno Lorena Dama, come la chiamano nel “suo” villaggio e che vuol dire donna forte, ha annotato fatti, persone, gioie e dolori. In ogni situazione c'è un seme, che ora dona con queste pagine che sono una sinfonia di autenticità e coraggio, forza e positività. Anche in situazioni terribili. Un libro da leggere perché tutti possiamo vivere così intensamente e stiamo bene quando sperimentiamo la genuinità e le aspirazioni della nostra anima.

(recensione di Massimo Gallus)

 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 10 of 17

Chi mi consiglia una poesia?

Tu sei mia, sei mia, io grido nella brezza (di Pablo Neruda)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Tu sei mia, sei mia, io grido nella brezza
serale, che mi...


Read more...

Supplica a Mia Madre (di Pier Paolo Pasolini)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.



E' difficile dire con parole di figlio 
ciò a cui nel cuore...


Read more...

Emily Dickinson - Notti selvagge

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Se io fossi con te
notti selvagge sarebbero
nostra voluttà!


Read more...

Non t'amo se non perché t'amo (di Pablo Neruda)... i suoi versi sono unici come sempre... leggeteli!!!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Non t'amo se non perché t'amo
e dall'amarti a non amarti...


Read more...

I passi

da "Il fondamentalista riluttante" di Mohsin Hamid

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.



Chiedo scusa, signore, posso esserle d'aiuto? Ah, vedo che...


Read more...

da La vedova scalza (di Salvatore Niffoi)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Me lo portarono a casa un mattino di giugno, spopolato e...


Read more...

da Nessuno da di noi (di Simona Sparaco, Giunti)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Chiudo gli occhi. Attendo che la macchina si fermi da...


Read more...

da I funeracconti (di Benedetta Palmieri)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Il funeralista è un presenzialista dei funerali.Che il...


Read more...

I racconti

Impenetrabile e senza...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù...


Read more...

Non riesco a saziarmi di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Ma, perché tu non mi creda libero ormai da tutti gli umani...


Read more...

"La scoperta del Fuoco" di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

All’improvviso qualcosa fece rumore, proprio dai cespugli...


Read more...

Inno alla Bellezza (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Vieni tu dal cielo profondo o sorgi dall'abisso, Beltà?
Read more...

Le recensioni

Quello che le mamme non dicono (di Chiara Cecilia Santamaria) - recensione di Monica Morgana

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

 

Quello che le mamme non dicono parla di una storia...


Read more...

Liberami (di Anna Piazza, Arpeggio Libero) - Recensione di Stefano Bolognini

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Eva, una giovanissima giornalista, sta svolgendo una...


Read more...

A spasso con John Keats (di Julio Cortazar, Fazi)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

A passeggio con John Keats, il grande capolavoro di Julio...


Read more...

L'amore maestro (di Angelo Bona) - recensione di Paola Magalotti

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Capita spesso che di un libro si dica:" Mi è piaciuto...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 785 guests online