Contenuto Principale
L'amore maestro (di Angelo Bona) - recensione di Paola Magalotti
Gli articoli - Le recensioni
Wednesday, 12 October 2011 09:46
There are no translations available.

Capita spesso che di un libro si dica:" Mi è piaciuto talmente tanto che l'ho letto tutto d'un fiato!"ma per questo piccolo capolavoro di saggezza, invece,  è vero esattamente l'opposto. Non lo si può leggere tutto d'un fiato, tanto è pieno di forti e diversificate emozioni! Deve essere assaporato a piccoli sorsi, come un vino d'annata, perché i sensi ne restino inebriati e perché  possa raggiungere  poco a poco l'anima.

E' una delicata autobiografia nella quale il dott. Bona, attraverso i racconti legati alla sua infanzia ed alle sue esperienze di vita, ci presenta un vero e proprio caleidoscopio di tipi umani. Grazie alle storie dei tanti pazienti che nel corso del tempo hanno visitato il suo studio di terapeuta, egli  svela dei piccoli, grandi  segreti sulla vita, sull'amore e sulla morte. Il suo  è un lavoro difficile, come difficile è il lavoro di qualunque psichiatra che si confronta con i mali dell'anima ma  la difficoltà più grande è quella di condurre i pazienti, attraverso un viaggio  a ritroso nel tempo, alla ricerca di vite precedenti! Questa pratica, allo stesso tempo affascinante e spaventosa,  si chiama "ipnosi regressiva".

Dai  suoi racconti traspare un grande rispetto per la sofferenza umana ed un continuo ed incessante adoperarsi per rintracciarne le cause e rendere, così, tale sofferenza più sopportabile. Egli afferma che i pazienti non possono essere racchiusi o classificati in categorie, perché ogni soggetto è espressione di "un'anima in viaggio". E così nel libro conduce il lettore a partecipare virtualmente a taluni di questi viaggi, attraverso le malattie fisiche e psichiche, attraverso la cattiveria, il non amore, la paura, attraverso il riscatto ed il ricongiungimento con il Divino e l'Eterno. (continua...)

Che ci piaccia o no la vita di ogni essere umano è retta dal Karma (legge di causa-effetto), l'esistenza attuale di ognuno è il risultato di ciò che si è stati e di ciò che si è fatto in passato e getta le basi per quello che sarà il futuro, fino a che l'individuo non riuscirà definitivamente a sciogliere questa catena. Ma come si può uscire dal circolo vizioso nel quale il Karma conduce? Bisogna reciderne le radici, eliminando le afflizioni che generano karma e cioè l'ignoranza, il culto dell'ego, il disconoscimento del dolore altrui, l'attaccamento alle cose materiali, i cattivi affetti ed, infine, la rabbia derivante dalla frustrazione di una pretesa o dal non raggiungimento di un traguardo.

 

La stessa sensibilità e lo stesso rispetto il dott. Bona lo mostra anche nei confronti degli animali e della natura.  Commovente è il capitolo nel quale racconta dei propri cani. Il messaggio è che gli animali, lungi dall'essere creature inferiori, sono in grado di capire e di sentire, mostrando tutta la loro lealtà e tutta la loro gratitudine nei confronti di coloro che se ne prendono cura.

Particolarmente poetico è, poi, il capitolo nel quale descrive il giardino della nonna,  sembra quasi che il lettore possa vedere i colori dei molti alberi e fiori, possa percepirne l'odore, nonché partecipare all'estasi che la fragranza dei fiori d'acacia procurò  una sera allo stesso dott. Bona.

Il fatto che gli esseri umani possano vivere più di una vita e che le varie esistenze siano governate dal Karma, appare ancora oggi difficile da accettare da parte della cultura occidentale e argomenti di questo genere fanno  arricciare il naso a certi ottusi, falsi perbenisti ed a taluni cattolici fondamentalisti ma, certamente, molte sono le persone cattoliche e non che hanno voglia di approfondire tali argomenti con cuore e, soprattutto, con mente scevra da pregiudizi. D'altra parte, a chi non è mai capitato di essere attratto da un luogo o da una persona, di avere la sensazione di aver già visitato una città nella quale ci si reca per la prima volta o di aver vissuto già alcune situazioni? ed ancora a chi di noi non è mai capitato, in un momento difficile della vita, di dire "perché proprio a me?"

(recensione di Paola Magalotti)

Consulta la fantastica BASE DATI DEI CONSIGLI!!!

--> la BASE DATI DEI CONSIGLI!!!

Consulta ed inserisci qui le perle dei Lettori!!!

--> LE PERLE!!!

Pubblicizza il tuo Blog!!!

--> il tuo Blog!!!

Inviaci recensioni, racconti, poesie!!!

--> collabora con noi!!!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!!!

--> Ricevi sulla tua email i nostri consigli!!!

 

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Sono folle di te amore (di Alda Merini)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Sono folle di te, amore
che vieni a rintracciare
nei miei...


Read more...

Arthur Rimbaud - Sensazione

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Nelle sere azzurre d'estate andrò per i sentieri,
pizzicato...


Read more...

Il volto desiderato (di Unsi Al-Hàgg)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Il volto desiderato non è un ricordo e nemmeno un sogno,

è...


Read more...

Nuda (di Pablo Neruda)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia,...


Read more...

I passi

Krisztina (da "Le motivazioni di Elena" di Giancarlo Giuliani)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Novità rispetto a ieri è la presenza di Krisztina, una...


Read more...

da Il fantasma di Canterville (di Oscar Wilde)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Quando il signor Hiram B. Otis, l'ambasciatore degli Stati...


Read more...

da Aspetta primavera (di John Fante)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Avanzava, scalciando la neve profonda. Era un uomo...


Read more...

da "Vicolo del mortaio" di Nagib Mahfuz

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Il tramonto di si annunciava e il Vicolo del Mortaio andava...


Read more...

I racconti

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i...


Read more...

L'indovina (di Stefano Benni)

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

L’indovina Amalia, famosa cartomante, accolse il cliente...


Read more...

Porto meco uomini di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Porto meco uomini di quest'isola e delle altre da me...


Read more...

Luigi Pirandello... un...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

 

Mie ultime volontà da rispettare

I. Sia lasciata passare...


Read more...

Le recensioni

L'Agnese va a morire (di Renata Viganò) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

La guerra sembra finita. Tutti tornano a casa. Si...


Read more...

"La città punita" di Fabio Bertinetti (recensione di Rita Caramma)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.


 

recensione di Rita Caramma

Un intrigo nell'Anno Domini...


Read more...

Gaza. Restiamo umani (di Vittorio Arrigoni) - Recensione di Marco Longo

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

È ancora vivo Vittorio Arrigoni, non ha mai smesso di...


Read more...

Molte vite, un solo amore (di Brian Weiss) - recensione di Monica Giove

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Brian Weiss – l’autore – è un famoso psicologo americano...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 888 guests online