Contenuto Principale
Le opere di Gian (da uno degli autori di "Chi mi consiglia un libro?")
Gli articoli - Le opere di Gian
Wednesday, 03 August 2011 17:21
There are no translations available.

Se il mare ha un rimpianto,
è quello di non avere mai avuto il colore dei tuoi occhi.

Se il sole non ha più cielo,
è perché tu li tieni chiusi.

Se il cielo è in pena,
è perché tu guardi a terra,

se è geloso,
è perché il tuo sguardo l'ho catturato io,
e per me solo lo tengo.

(D'amore e d'altro)

Ho un modo diverso di analizzare le situazioni. A volte, ciò mi porta ad avere intuizioni che altri non hanno, altre volte, invece, rimango indietro: inconsapevolmente perdo la percezione della semplicità, la linearità della visione, ricercando la complessità laddove non c'è: divento auto-fuorviante.

(Le motivazioni di Elena)

Quando il telefono ragliò come un somaro carico di legna su una mulattiera arsa dal sole a ferragosto, e Tramaglio alzò la cornetta, una voce, che non si capì se d’uomo o di donna perché camuffata con abile artificio, esortò l’ispettore a presenziare al funerale, in quanto l’assassino sarebbe stato tra i presenti, a compiacersi del lavoro portato a buon fine.

(Considerazioni postume d’un mort’ammazzato)

Conosciamo più a fondo Gian e le sue opere... continua a leggere...

 

1) Sinossi

2) Acquista "Le motivazioni di Elena" su laFeltrinelli.it

3) Leggi la preview

"È bella Elena. È da tanto che non la vedo con i suoi capelli rossi, radi e delicati, col naso pronunciato su labbra non carnali ma volitive, elettriche, consapevoli, con gli occhi fini color grigioverde, che mi riportano agli istanti di piacere goduti, ai litigi, alle riappacificazioni rigeneranti, alle rare condivisioni d’idee e di vedute, alle mie poche parole d’amore. Troppo poche, troppo dimesse per non provare ora un’emozione non ben identificata che s’avvicina alla nostalgia, al rimpianto, al sapore amaro che ti dà la consapevolezza di aver perso qualcosa, all’amore ed alla negazione dell’amore stesso, all’affetto, all’empatia più convulsa, inesorabile, che deve fare i conti con l’inadattabilità ingiustificata del passato al presente."

1) Sinossi

2) Acquista "Considerazioni postume d'un mort'ammazzato" su Amazon.it

3) Leggi la preview

"Com’è uso accadere nei fatti di cronaca nera, tutto ebbe luogo in uno scenario ben definito: un teatro d’eventi e di personaggi che si costruì negli anni come un corpo vivo che prende forma dal proprio dna. Poi, quando la maturazione ha termine, spunta fuori il morto ed arriva l’ispettore che risolve il caso: spesso, ma non sempre però. Sergio Tramaglio, ispettore di polizia, anni trentacinque, né basso né alto, né bello né brutto, né magro né grasso, né simpatico né antipatico, né così né colà. Ca cunta cumm’è?"

 

"Considerazioni postume non ne avrei fatte: a poter avere voce in capitolo anche su questo. Sono stato buono? Sono stato cattivo? Forse soltanto disonesto ed anche ciò non vedo l’impellenza di essere io dirlo. L’ansia di tirare somme per arrivare a dire che s’è fatto tutto come si doveva, non la concepisco. E poi, chiunque, quando somma per se stesso, somma soltanto ciò che gli pare e ciò che vuole vedere: perché non è che si smette d’essere strunzi dopo, se lo si è stati prima. È per questo che hanno inventato i cimiteri: chi vuole venire a dirti grazie, viene e ti dice grazie, chi vuole venire a dire che non sei stato cosa buona, viene e ti dice che non sei stato cosa buona. Un tutt’uno raccolto per decine di anni sotto il nome di Altinio Baraldi Della Vedova, professore emerito, apparentato al nobile casato dei Casalto Filangeri, abile affarista, uomo potente e gran donnaiolo: questo sono stato. A dire la verità, neanche io nel tempo ho capito tanto di me: a gestire dinamiche complesse, affari contorti, a negare trasparenza agli altri, alla fine si perde l’abitudine ad averla anche con se stessi. Più che uomini si diventa immagini, stereotipi, entità il cui valore è misurato dagli altri sulla base dei problemi che si risolvono, o di quelli che si producono, sulla quantità e qualità dei risultati raggiunti nelle attività di riferimento, sull’affidabilità che si mette in campo nelle situazioni critiche."

1) Sinossi

2) Acquista "La consultazione" su Amazon.it

3) Leggi la preview

“Il pesce sta sempre lì?” “Quale?” “Quello morto sullo scoglio.” “Credo proprio di sì… non penso che abbia avuto modo di muoversi.” “Magari un’onda l’ha portato via.” Queste furono le ultime parole scambiate con Elena sulla spiaggia, prima che lei si alzasse dal telo ed io ne perdessi le tracce. Mi aveva lasciato alle undici circa, dicendo che sarebbe andata a comprare un gelato. Ne aveva voglia, a differenza di me. Avevo chiesto un ghiacciolo soltanto perché sapevo che lei da sola non avrebbe preso nulla. Eravamo ad Almareta già da qualche giorno. L’isola era piccola ed al sicuro da tentazioni mondane. Avevo chiesto con fermezza ad Elena, per la stagione estiva, una vacanza breve, di completo riposo; soltanto spiagge, sentieri per passeggiate meditative, uno o due buoni ristoranti, nei quali entrare in simpatia con i proprietari, e tanto mare tutt’intorno. A poco più di mezz’ora da che si era allontanata, cominciai a chiedermi perché tardasse così tanto. Il bar della cala non era affatto distante.

Visita il blog!!!

leoperedigian.blogspot.com

Conosci più a fondo Gian, le sue opere, i suoi pensieri ed il suo amore per l'arte...


 

Chi mi consiglia una poesia?

Supplica a Mia Madre (di Pier Paolo Pasolini)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.



E' difficile dire con parole di figlio 
ciò a cui nel cuore...


Read more...

Mistero di stelle (di Emilio Praga)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Oh ditemi il segreto, erranti stelle,

Dei vostri eterni...


Read more...

Ascolta - Vadimir Majakovskij

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Gettami in viso la parola terribile.
Perché non vuoi udire?


Read more...

Vladimir Holan - Ti direi volentieri, ma non posso...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Ti direi
di quelle nuvole smaltate di rosso
come unghia...


Read more...

I passi

da Gli ingredienti segreti dell'amore (di Nicolas Barreau)... ecco l'incipit... leggetelo!!!

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

L'anno scorso, a novembre, un libro mi ha salvato la vita.

...


Read more...

da "Tropico del Cancro" di Henry Miller

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Abito a villa Borghese. Non un granello di polvere, non una...


Read more...

da I funeracconti (di Benedetta Palmieri)... noi uomini non siamo fatti per essere lasciati soli... leggetelo!!!

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

  

Mia moglie è morta, spiazzandomi. Non ero pronto, noi...


Read more...

da "Gang Bang" di Chuk Palahniuk

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Uno ha passato il pomeriggio al buffet con indosso solo i...


Read more...

I racconti

Al lupo! Al lupo! (di Esopo)

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

In un villaggio viveva un pastore che di notte doveva fare...


Read more...

Gl’italiani, a proibir...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Caro Edmund, il tuo richiamo agli scandali che da qualche...


Read more...

da La rivolta di Atlante...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Eddie Willers pensò ad un giorno d'estate di quando aveva...


Read more...

Porto meco uomini di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Porto meco uomini di quest'isola e delle altre da me...


Read more...

Le recensioni

"Il giardino di casa" di Pino Campo - recensione di Gaetano Barbagallo

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

recensione di Gaetano Barbagallo

Il giardino di casa...


Read more...

Le braci (di Sandor Marai) - recensione di Raffaella Foggia

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

La storia di Heinrich e Konrad è la storia di un'attesa...


Read more...

"La città punita" di Fabio Bertinetti (recensione di Rita Caramma)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.


 

recensione di Rita Caramma

Un intrigo nell'Anno Domini...


Read more...

Il mio nome è rosso (di Orhan Pamuk) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Raffinato Effendi non si aspettava di morire, di essere...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 708 guests online