Contenuto Principale
Fuori dal tempio. La Chiesa al servizio dell'umanità. (di Pierluigi Di Piazza) - recensione di Mauro Balbo
Gli articoli - Le recensioni
Monday, 30 May 2011 20:09
There are no translations available.

 

La Chiesa che don Pierluigi Di Piazza sogna non è la Chiesa delle gerarchie; non è quella agghindata con preziosi paramenti; non è quella dei titoli onorifici. Piuttosto, è la Chiesa che fa della testimonianza il suo punto di forza; è la Chiesa che guarda di più all'essenziale; è quella che alza la voce per difendere chi, quella voce, non l'ha più. Continuiamo? E' quella Chiesa che, mentre accoglie separati a cui non rifiuta la Comunione, non esprime giudizi, ma si rimette al Giudizio di Colui che tutto sa; è quella Chiesa che dovrebbe aver timore di una sola cosa: quella di non parlare abbastanza del suo Maestro, di quel Dio apparso in forma umana 2000 e più anni or sono.

Il Maestro, già: il protagonista principale del suo libro “Fuori dal tempio. La Chiesa al servizio dell'umanità”, edito da Laterza, il riferimento principe nella vita, e nelle scelte di vita, che l'autore compie ogni giorno. Scelte coerenti con il lascito del Maestro: non esteriorità, ma interiorità. A partire dall'abito: l'abito non fa il monaco, e quant'è vero questo proverbio nella predilezione di don Pierluigi per i vestiti “civili”. Un prete è tale per la coerenza che dimostra con il messaggio del Maestro, non per la talare che, per inciso, non porta più quasi nessun sacerdote.

La Chiesa non parla spesso del suo Maestro: perché? E' troppo provocatorio per se stessa e, parimenti, poco credibile agli occhi degli altri? Dove scorgiamo, al giorno d'oggi, il volto del Maestro? Di certo non nella Chiesa: lì Dio non è unico, ma viene scisso a seconda delle categorie. C'è il Dio dei ricchi e quello dei poveri; quello dei razzisti e quello di coloro i quali accolgono il Maestro, che si riconosce in chi necessita di quell'accoglienza. L'accoglienza, quella che è degna di tale nome, che, bisognerà pure ammetterlo, è opera della Chiesa: opera che è svolta in supplenza dello Stato. Se pure la Chiesa molto ha operato nel campo dell'accoglienza, poco ci ha riflettuto sopra: ancor meno ha promosso una cultura dell'accoglienza. Poteva essere un valido supporto d'idee alla politica e a chi fa le leggi, e non s'è mossa. Proprio nella Lettera di Natale 2009, che funge da prologo al libro di don Pierluigi, viene auspicata una Chiesa che sia “veramente capace di uscire dal tempio e camminare con l'umanità per contribuire a renderla più umana”.

(recensione di Mauro Balbo)

 

Per ricevere sulla tua mail consigli e articoli sui libri più belli da leggere e notizie dal mondo della letteratura, diventa amico di "Chi mi consiglia un libro?" richiedendo l'amicizia a questo profilo:

http://www.facebook.com/chimiconsigliaunlibro

Siamo già tantissimi!!! Ti aspettiamo!!!

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Nell'acqua della chiara fontana (di George Brassens)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Nell'acqua della chiara fontana,
lei, tutta nuda, si...


Read more...

Sulla strada esco solo (di Michail Lermontov)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Sulla strada esco solo.
Nella nebbia è chiaro il cammino...


Read more...

Sono triste (di Else Lasker-Schüler)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

I tuoi baci fanno buio, sulla mia bocca.
Io non ti sono più...


Read more...

Arthur Hacker - Digitale purpurea

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

 

Non muoverti.

Se ti muovi lo infrangi.

È come una gran...


Read more...

I passi

da "Come le mosche d'autunno" di Irène Némirovsky

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Scrollò la testa e disse, come una volta: "Dunque addio,...


Read more...

da "La campana di vetro" di Sylvia Plath

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Fu un'estate strana, soffocante, l'estate in cui i...


Read more...

da Nessuno da di noi (di Simona Sparaco, Giunti)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Chiudo gli occhi. Attendo che la macchina si fermi da...


Read more...

da "Ragionevoli dubbi" di Gianrico Carofiglio

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Quando Margherita disse che doveva parlarmi, pensai che...


Read more...

I racconti

Sul palcoscenico a cinque...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

All'età di cinque anni feci la mia prima apparizione sul...


Read more...

Il dilemma dei porcospini...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Alcuni porcospini, in una fredda giornata d'inverno, si...


Read more...

I giorni perduti (di Dino...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

 

Qualche giorno dopo aver preso possesso della sontuosa...


Read more...

Gl’italiani, a proibir...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Caro Edmund, il tuo richiamo agli scandali che da qualche...


Read more...

Le recensioni

I mezzi volti (di Carla Cucca) - recensione di Augusto Galli

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

I MEZZI VOLTI

 

recensione di Augusto Galli

Scorri le pagine e senti un...


Read more...

Mama Kenya – Cuore d'Africa (di Lorena Gagliotta) - recensione di Massimo Gallus

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Questa è la storia di tante storie messe insieme, vite di...


Read more...

I singolari... la nuova collana di short stories di Liberaria

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Nel nuovo contesto librario che si sta creando con...


Read more...

Niceville (di Carsten Stroud, Longanesi)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Benvenuti a Niceville, una piccola cittadina del Sud degli...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 761 guests online