Contenuto Principale
Lo avrai, camerata Kesselring... la celebre epigrafe di Piero Calamandrei... condividetela!!! e fatela girare perché richiama i valori della libertà, della democrazia e dell'essere italiano... qualcosa che forse oggi un po' ci manca.
Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
Tuesday, 25 January 2011 10:49
There are no translations available.

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio del torturati
più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarono
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA

Albert Kesselring, che durante il secondo conflitto mondiale fu il comandante delle forze armate germaniche in Italia, a fine conflitto (1947) fu processato e condannato a morte per i numerosi eccidi che l'esercito nazista aveva commesso ai suoi ordini (Fosse Ardeatine, Strage di Marzabotto e molte altre). Successivamente la condanna fu tramutata in ergastolo, ma egli venne rilasciato nel 1952 per le sue presunte gravi condizioni di salute. Tale gravità fu smentita dal fatto che Kesselring visse altri otto anni libero nel suo Paese, ove divenne quasi oggetto di culto negli ambienti neonazisti della Baviera.

Tornato libero, Kesselring sostenne di non essere affatto pentito di ciò che aveva fatto durante i 18 mesi nei quali tenne il comando in Italia ed anzi dichiarò che gli italiani, per il bene che secondo lui aveva loro fatto, avrebbero dovuto erigergli un monumento. In risposta a queste affermazioni Piero Calamandrei scrisse la celebre epigrafe, dedicata a Duccio Galimberti, "Lo avrai, camerata Kesselring...", il cui testo venne posto sotto una lapide ad ignominia di Kesselring stesso, deposta dal comune di Cuneo, e poi affissa anche a Montepulciano, in località Sant'Agnese, a Sant'Anna di Stazzema, ad Aosta, all'ingresso delle cascate delle Marmore e a Borgo San Lorenzo, sull'antico palazzo del Podestà.

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Cigola la carrucola del pozzo (di Eugenio Montale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Cigola la carrucola del pozzo,
l'acqua sale alla luce e vi...


Read more...

Mi piaci quando taci perché sei come assente... grande Pablo Neruda... bellissimi versi d'amore... leggeteli e fateli girare!!!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti...


Read more...

Anche oggi sarà dentro la storia (di Alda Merini)... i suoi versi esprimono come al solito un sentire unico...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Anche oggi sarà dentro la storia
della mia vita. Ma non era...


Read more...

Veleggio come un'ombra... di Alda Merini... bella bella bella! Leggetela!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Veleggio come

un'ombra

nel sonno del giorno

e senza...


Read more...

I passi

Philip Roth e l'animale morente... si è sempre in guerra...

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Deduzione e controdeduzione: è di questo che è fatta la...


Read more...

da La vedova scalza (di Salvatore Niffoi)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Me lo portarono a casa un mattino di giugno, spopolato e...


Read more...

da "Comallamore" di Ugo Riccarelli

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

"Lei adesso mi chiede di raccontare."
Per un lungo istante...


Read more...

da "Hotel Angleterre" di Nico Orengo

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

"Chiara e io eravamo in Russia, e non in America, a San...


Read more...

I racconti

Porto meco uomini di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Porto meco uomini di quest'isola e delle altre da me...


Read more...

Risveglio (di Anthony De...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Un tale bussa alla porta di suo figlio: "Paolo",
dice,...


Read more...

Ballate come se nessuno vi...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita sarebbe...


Read more...

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i...


Read more...

Le recensioni

Gaza. Restiamo umani (di Vittorio Arrigoni) - Recensione di Marco Longo

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

È ancora vivo Vittorio Arrigoni, non ha mai smesso di...


Read more...

Utopia e disincanto (di Claudio Magris) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Quando Nietzsche parla di Super-uomo, il termine da lui...


Read more...

Wes Anderson. Genitori, figli e altri animali (di Ilaria Feole, Bietti)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Bietti, che si conferma casa editrice dal catalogo...


Read more...

Molte vite, un solo amore (di Brian Weiss) - recensione di Monica Giove

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Brian Weiss – l’autore – è un famoso psicologo americano...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 698 guests online