Contenuto Principale
da Fumo (di Ivan Sergeevic Turgenev)
Gli articoli - I passi dei libri
Tuesday, 17 December 2013 11:14
There are no translations available.

Il 10 agosto 1862, alle quattro del pomeriggio, un'infinità di gente si affollava davanti alla famosa Conversation di Baden-Baden. Il tempo era splendido e tutto quanto intorno, – il verde degli alberi, le case luminose dell'accogliente città e la cerchia ondulata dei monti, – tutto aveva un aspetto festoso e si offriva ai raggi di un sole benevolo...

Tutto sembrava sorridere con un'aria un po' svagata, fiduciosa e gentile, e quello stesso sorriso, vago ma buono, aleggiava sui volti della gente, anziani e giovani, belli e brutti. Persino i visi imbellettati delle lorettes parigine non riuscivano a intaccare quel quadro di contentezza e di esultanza generale, mentre i nastri variopinti, le penne, lo scintillare dorato e metallico dei cappelli e dei veli ricordavano quasi istintivamente allo sguardo il vivo luccichio e il tremolo gioco di fiori primaverili e ali iridescenti, e solo il cicaleccio secco e sgradevole di quel gergo francese, che serpeggiava ovunque, non poteva certo sostituire il cinguettio degli uccelli, né tanto meno esservi paragonato. Del resto, ogni cosa procedeva secondo il suo ordine. Nel chiostro, l'orchestra passava da un pot pourri della Traviata a un valzer di Strauss, a Ditele, romanza russa strumentata dal sussiegoso maestro di cappella. Nelle sale da gioco, attorno ai tavoli verdi, si affollavano sempre le stesse figure ormai note a tutti, con la consueta espressione di ottusa bramosia ora sbalordita, ora invelenita, ma sempre ferocemente avida, che la febbre del gioco conferisce a ogni volto, anche a quello più aristocratico. Il solito proprietario terriero di Tambov, un grassone eccessivamente agghindato, con l'abituale precipitazione, incomprensibile e febbrile, gli occhi fuori dalle orbite, il petto proteso sul tavolo, incurante dei freddi sorrisetti dei croupiers, nell'istante stesso in cui echeggiava il «rien ne va plus», cospargeva con la sua mano sudata ogni scompartimento della roulette di luigi d'oro, privandosi in tal modo di qualsiasi possibilità di vincere qualcosa, persino in caso di fortuna, il che non gli impediva minimamente, la stessa sera, di assentire con partecipe indignazione al principe Cocò — uno degli esponenti più in vista della nobiltà di opposizione, quel principe Cocò che, a Parigi, nel salotto della principessa Matilde, in presenza dell'imperatore, aveva detto così bene: «Madame, le principe de la propriété est profondément ébranlé en Russie».

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Il Natale... di Madre Teresa di Calcutta...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

E’ Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la...


Read more...

Al cor gentil rempaira sempre amore (di Guido Guinizelli)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Al cor gentil rempaira sempre amore
come l'ausello in selva...


Read more...

Non sono tua (di Sara Teasdale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Non sono tua, tu non mi sai annullare,
anche se a questo il...


Read more...

Che mi ami tu lo dici, ma con una voce... (di John Keats)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Che mi ami tu lo dici, ma con una voce
più casta di quella...


Read more...

I passi

da Espiazione di (Ian McEwan)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Lo spettacolo per il quale Briony aveva ideato le...


Read more...

da Oblomov (di Ivan Goncarov)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

In via Gorochovaja, in una di quelle grandi case, la cui...


Read more...

da "Storie di ordinaria follia" di Charles Bukovski

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

 

Cass era la più giovane e la più bella di 5 sorelle. Cass...


Read more...

da Il talento di Mr. Ripley (di Patricia Highsmith)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Tom sbirciò alla sue spalle e scorse l'uomo che lo seguiva...


Read more...

I racconti

Si guardavano (di Luigi...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Si guardavano l'un l'altro, si carezzavano, si palpavano...


Read more...

Ombra (di Edgar Allan Poe)...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Voi che mi leggete siete ancora tra i viventi; ma io che...


Read more...

Il dilemma dei porcospini...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Alcuni porcospini, in una fredda giornata d'inverno, si...


Read more...

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i...


Read more...

Le recensioni

Andavamo a morire per un pezzo di pane (di Marco Longo)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

"La catastròfa - Marcinelle 8 agosto 1956" di Paolo Di...


Read more...

A casa (di Toni Morrison, Sperling & Kupfer) - recensione di Giancarlo Giuliani

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Frank Money è reduce dalla guerra in Corea, un’esperienza...


Read more...

Utopia e disincanto (di Claudio Magris) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Quando Nietzsche parla di Super-uomo, il termine da lui...


Read more...

L'Agnese va a morire (di Renata Viganò) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

La guerra sembra finita. Tutti tornano a casa. Si...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Chi è online

We have 1067 guests online