Contenuto Principale
Alla ricerca di Fatima (di Ghada Karmi, Atmosphere)
Gli articoli - Le recensioni
Friday, 27 September 2013 12:43
There are no translations available.

Pochissimi palestinesi della diaspora hanno scritto memorie così intime come Ghada Karmi con il resoconto sincero della sua vita.

Chi ha apprezzato e si è commosso leggendo Ogni mattina a Jenin di Susan Abulhawa, non può restare insensibile di fronte alla storia dei palestinesi costretti a lasciare la propria terra dopo la nascita dello stato di Israele e a vivere la triste condizione di “senza patria”.

"Alla ricerca di Fatima: una storia palestinese" narra la vita di Ghada Karmi, medico palestinese, che trascorre l’infanzia in un sobborgo benestante di Gerusalemme con due fratelli, i genitori e il cane Rex, affidata alle cure della domestica Fatima. Quando la famiglia è costretta a fuggire in Inghilterra a causa delle crescenti violenze degli ebrei nei confronti della popolazione araba, Ghada deve imparare a convivere con la perdita progressiva e definitiva del paese in cui è nata, sostituito da Israele. L’impatto con l’Inghilterra non è troppo traumatico: la scelta di privilegiare l’identità inglese è naturale e all’inizio risolutiva. Quando, ormai laureata in medicina, sceglie di sposare un inglese, Ghada difende il suo matrimonio agli occhi della famiglia tradizionalista e giudicante, difendendo allo stesso tempo la fittizia identità inglese che ha attribuito a se stessa e rifiutando in toto quella araba. Ma ben presto le contraddizioni di una tale decisione esplodono in tutta la loro violenza: durante la guerra dei Sei giorni Ghada farà i conti con l’indifferenza, o addirittura l’ostilità, di tutti quelli che credeva vicini, marito incluso. Consapevole di non potersi più nascondere e convinta di dover cercare se stessa scavando nel passato, Ghada si getta anima e corpo nell’impegno politico, quasi cercasse un’assoluzione per aver trascurato la storia del suo popolo: negli anni Settanta inizia a lottare per far sentire la voce dimenticata degli esuli palestinesi, si reca nei campi profughi dove lavora come medico, e alla fine va a vivere in Siria. Finché comprende che nemmeno quello è il suo posto: perché la vita in Inghilterra non può essere cancellata con un colpo di spugna. Incapace di sentirsi “a casa” dovunque provi, Ghada decide alla fine di visitare i luoghi della sua infanzia, “tornando” in Israele (e alla vecchia casa di Qatamon) utilizzando il suo passaporto inglese. Solo dopo questo viaggio capirà che non esiste per lei alcun posto dove fermarsi: che non sarà mai un’inglese, non potrà mai tornare in Palestina, e non appartiene per intero nemmeno al mondo arabo. E proprio questo senso di sradicamento, condiviso da migliaia di palestinesi, la spinge a raccontare la storia dei moltissimi uomini e donne privati, come lei, del proprio paese e del proprio futuro.

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Invece di una lettera (di Vladimir Vladimirovic Majakovskij)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Il fumo del tabacco ha roso l'aria.
La stanza
è un capitolo...


Read more...

Nuda (di Pablo Neruda)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia,...


Read more...

"La musica" di Charles Baudelaire

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Spesso è un mare, la musica, che mi prende ogni senso!
A un...


Read more...

Alda Merini - La terra santa

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Pensiero, io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
Read more...

I passi

da Fuga senza fine (di Joseph Roth)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Ma i dispersi hanno un fascino irresistibile. Si può...


Read more...

da "Cent'anni di solitudine" di Gabriel Garcìa Marquez

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il...


Read more...

da "Gang Bang" di Chuk Palahniuk

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Uno ha passato il pomeriggio al buffet con indosso solo i...


Read more...

da "Tropico del Cancro" di Henry Miller

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Abito a villa Borghese. Non un granello di polvere, non una...


Read more...

I racconti

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i...


Read more...

Praefectus (di Camillo...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

La giornata è pessima, ma questo non mi inquieta. I primi...


Read more...

Ballate come se nessuno vi...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita sarebbe...


Read more...

"La scoperta del Fuoco" di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

All’improvviso qualcosa fece rumore, proprio dai cespugli...


Read more...

Le recensioni

Lettera a mia madre (di Georges Simenon) - recensione di Massimo P.

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

(recensione di Massimo P.)

A volte mi siedo al computer e...


Read more...

La condizione umana (di André Malraux) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Cen ha appena commesso un omicidio, il suo primo atto...


Read more...

Ragione e pentimento (di Sandra Faè, goWare)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Si può sopravvivere a un tradimento? Sulle note di questa...


Read more...

La lunga attesa dell'angelo (di Melania G. Mazzucco) - recensione di Anna Maria Pinna

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

La lettura dell’appassionante romanzo, non biografia, “La...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 690 guests online