Contenuto Principale
Il commissario Martini e i Delitti senza determinante causa (di Bartolone & Messi, Angolo Manzoni) - recensione di Massimo Rondi
Gli articoli - Le recensioni dei lettori
Wednesday, 19 December 2012 08:21

Immagine (obbligatoria, max 1MB)
Un giallo baltariano, i "Delitti senza determinante causa" di Bartolone & Messi, 20° indagine del personaggio ideato da Gianna Baltaro (Edizioni Angolo Manzoni).
Gli Autori proseguono lo stile inaugurato dalla scrittrice subalpina, indiscussa maestra del genere, di cui sono i più diretti discepoli: giallo torinese gentile, sabaudo, gozzaniano.
Nella Torino anni '30 ormai prossima allo scadere del decennio, un pittore dissoluto ma a suo modo leale viene trovato cadavere a Palazzo Graneri, allora come ora tempio dell’arte torinese. L’ex commissario Martini si sente troppo coinvolto dai ricordi che lo legano a quel luogo, e volentieri tornerebbe nel podere di Diano d’Alba a curare i suoi vigneti. Ma l’amicizia per il commissario capo Ferrando, che chiede l’ausilio del suo savoir-faire e del suo intuito, lo trattiene. Ha inizio così un’indagine dall’andamento lento, ma solo inizialmente, che prende velocità come un treno - non casuale la copertina di Alfonsetti - e porta Martini a investigare il mondo dell’arte torinese, studiando ogni indizio utile per scoprire un colpevole e rendere giustizia a una vittima. Non sarà così facile, forse neppure possibile. La trama è affascinante e ambiziosa, sospesa tra passato e presente. L’intrigo giallo c’è e tiene, baltariano nella puntigliosità.
Per Bartolone & Messi il gusto per la narrazione non è inferiore all’intento di rendere onore all’amica scrittrice, perpetuandone il ricordo, e alla città d’ambientazione, salvando dall’oblio una gran parte delle sue buone cose. Il riferimento alla Baltaro si fa citazione di lei, che qui compare addirittura come se stessa, giornalista di nera audace e garbata. E hanno molto spazio la storia, le vie, l’arte, massimamente il Futurismo. Se Martini è sempre il protagonista - nella convinzione che Gianna non lo volesse far morire: investigatore sopravvissuto a una sparatoria, al pensionamento anticipato, alla vita agreste - il commissario capo Ferrando si staglia roccioso come il Maigret di Simenon, tanto quanto il collega è raffinato.
Le indagini, gli interrogatori sono equamente divisi tra i due investigatori. Sarà un complotto internazionale? oppure il solito “batuffolo d’ovatta ripieno di cimici, di veleni, di rancori” per dirla con Bruno Quaranta? La soluzione spetta ad Andrea Martini, in un crescendo di consapevolezze che conducono alla sorprendente catarsi finale.


(a cura di Massimo Rondi)

 

Chi mi consiglia una poesia?

Pablo Neruda - Per il mio cuore basta il tuo petto...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

 

Per il mio cuore basta il tuo petto,

per la tua...


Read more...

Lo avrai, camerata Kesselring... la celebre epigrafe di Piero Calamandrei... condividetela!!! e fatela girare perché richiama i valori della libertà, della democrazia e dell'essere italiano... qualcosa che forse oggi un po' ci manca.

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi...


Read more...

Saprai che non t'amo e che t'amo (di Pablo Neruda) ... bella... che ne pensate???

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Saprai che non t'amo e che t'amo
perché la vita è in due...


Read more...

Dopo la separazione (di Sara Teasdale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Oh, ho seminato il mio amore così ampiamente
che egli lo...


Read more...

I passi

da Io e te (di Niccolò Ammaniti)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

La sera del diciotto febbraio duemila sono andato a letto...


Read more...

da Viaggio in Paradiso (di Mark Twain)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Stavo morendo, e lo sapevo. Respiravo con difficoltà a...


Read more...

da The Mark (di Leigh Fallon)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Le fiamme divorano la barca, e i miei polmoni gridano di...


Read more...

da Il giorno della civetta (di Leonardo Sciascia)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Il vagheggiamento di una fuga, che pure sapeva impossibile,...


Read more...

I racconti

Il treno ha fischiato (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i...


Read more...

Ma sia come sia, è solo...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Ti dirò, anche se viaggi di paese in paese, per terre che...


Read more...

"Il pensatore" di Mahatma...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai...


Read more...

L'indovina (di Stefano Benni)

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

L’indovina Amalia, famosa cartomante, accolse il cliente...


Read more...

Le recensioni

Stoner (di John Williams, Fazi)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Stoner è il racconto della vita di un uomo tra gli anni...


Read more...

Sempre qui! (di Michele Cassano, Gelsorosso) - recensione di Giancarlo Giuliani

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Michele Cassano con il suo libro ci regala oltre che un...


Read more...

Il sistema (di Karl Olsberg, Booksalad) - recensione di Giancarlo Giuliani

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Con il romanzo “Il sistema” Karl Olsberg, esperto di new...


Read more...

Il mio nome è rosso (di Orhan Pamuk) - recensione di Davide Dotto

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Raffinato Effendi non si aspettava di morire, di essere...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 1561 guests online