Contenuto Principale
A casa (di Toni Morrison, Sperling & Kupfer) - recensione di Giancarlo Giuliani
Gli articoli - Le recensioni
Wednesday, 26 September 2012 17:41
There are no translations available.

Frank Money è reduce dalla guerra in Corea, un’esperienza tragica che lo ha condotto lontano da casa e lontano da sé.

“Di chi è questa casa? Di chi la notte che scaccia la luce da qui? Dimmi, a chi appartiene questa casa? Non è la mia. Ne ho sognata un’altra, più affettuosa, radiosa con vista su laghi solcati da barche dipinte; su campi grandi come braccia aperte per me. Questa casa è strana. Le sue ombre mentono. Dimmi, racconta, la toppa accoglie la mia chiave – perché?”

 

Fuggito dall’ospedale psichiatrico, dopo aver ricevuto una lettera nella quale la sorella Cee chiede aiuto affermando di essere sul punto di morire, Frank – che da giovane era soprannominato “smart” come “smart money”, lui che, come la sua famiglia, soldi non ne ha mai avuti a sufficienza – inizia il suo faticoso ritorno a casa. In guerra l’uomo perde tutto. Perde la casa, e la parte di sé con la quale ha sempre vissuto per conoscerne altre più scomode e vedere l’io irrimediabilmente trasformato, deformato dalla sofferenza, per sempre.

 

“Di dove sei Frank?”, “Oh questa è bella. Corea, Kentucky, San Diego, Seattle, Georgia. Nomina un posto a caso, io vengo da lì.”

 

La casa, nel racconto, non è soltanto un luogo, ma molto di più. Per Frank è ogni posto in cui ha perso o ritrovato una parte di sé. È tornare alle radici delle proprie paure, delle proprie sofferenze, le radici che affondano nel passato – Toni Morrison sapientemente alterna alla narrazione del presente i flashback del passato - e nell’anima, nelle relazioni con la famiglia, con la zia Lenore, con la sorella minore Cee, che Frank ha sempre amato e protetto.

 

“Coricandosi nell’oscurità modellata dai bordi delle tende illuminate dalla luna, Frank sperò che la fragile sobrietà mantenuta finora senza Lily non lo esponesse agli stessi sogni di sempre. Ma la giumenta compariva solo di notte, non batteva mai gli zoccoli alla luce del giorno.”

 

Le immagini di devastazione e di morte sconvolgono la mente di Frank all’improvviso: la morte dell’amico Mike e quella della piccola bambina vietnamita che cercava cibo tra i rifiuti, le apparizioni di personaggi immaginari che lo raggiungono nella notte. L’unica strada per avere di nuovo una vita è tentare di capire. Durante il viaggio Frank fa di tutto per trovare dentro di sé la forza di reagire. Non lascia, per esempio, che si spengano le ultime speranze di ritrovare l’amore di Lily, che non è stato in grado di gestire proprio a causa dei traumi della guerra, perché sempre l’uomo per vivere ha bisogno di sperare nell’amore. E per questo la salvezza vera arriverà quando riporterà l’amata sorellina Cee alla vita sottraendola alle cure perverse di un dottore della Georgia. Solo allora Frank potrà ripartire davvero per raggiungere un nuovo equilibrio.

 

“Capisci cosa intendo? Guardati. Sei libera. Niente e nessuno è obbligato a salvarti se non te stessa. Semina la tua terra.”

 

Toni Morrison riesce con una scrittura da vero premio Nobel, femminile e introspettiva, a penetrare delicatamente nelle pieghe più profonde e dolorose dell’anima di un uomo, Frank Money, che vive attanagliato dalle lacerazioni e dai rimorsi dei tragici eventi del passato. Così, anche in un personaggio come Frank, per il quale tutto sembra ormai essere perduto e nulla può più essere “smart”, la Morrison fa intravedere al lettore la speranza che sia possibile farcela, uscire dal buio e ritrovare la via della salvezza, la via di casa. A casa, per non partire mai più.

Romanzo caldamente consigliato sia a chi già conosce la Morrison, sia a chi si avvicina per la prima volta a questa grande scrittrice.

(a cura di Giancarlo Giuliani)

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Non sono tua (di Sara Teasdale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Non sono tua, tu non mi sai annullare,
anche se a questo il...


Read more...

Cigola la carrucola del pozzo (di Eugenio Montale)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Cigola la carrucola del pozzo,
l'acqua sale alla luce e vi...


Read more...

Demoni e meraviglie (di Jacques Prevert)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Demoni e meraviglie
Venti e maree
Lontano di gia' si e'...


Read more...

Alda Merini - La terra santa

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Pensiero, io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
Read more...

I passi

da Il talento di Mr. Ripley (di Patricia Highsmith)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Tom sbirciò alla sue spalle e scorse l'uomo che lo seguiva...


Read more...

da Io e te (di Niccolò Ammaniti)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

La sera del diciotto febbraio duemila sono andato a letto...


Read more...

da The Mark (di Leigh Fallon)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Le fiamme divorano la barca, e i miei polmoni gridano di...


Read more...

da Fuga senza fine (di Joseph Roth)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Ma i dispersi hanno un fascino irresistibile. Si può...


Read more...

I racconti

Non riesco a saziarmi di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Ma, perché tu non mi creda libero ormai da tutti gli umani...


Read more...

Al lupo! Al lupo! (di Esopo)

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

In un villaggio viveva un pastore che di notte doveva fare...


Read more...

"Il biglietto da visita"...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Alcune volte nella vita accadono fatti insoliti che non si...


Read more...

"La storia della matita"...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Il bambino guardava la nonna che stava scrivendo la...


Read more...

Le recensioni

Le due facce dell'innocente (di Elie Wiesel, Garzanti)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Elie Wiesel, premio Nobel per la pace e sopravvissuto alla...


Read more...

L'amore maestro (di Angelo Bona) - recensione di Paola Magalotti

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Capita spesso che di un libro si dica:" Mi è piaciuto...


Read more...

Dai cani (di Helle Helle, Atmosphere) - recensione di Rosa Giuliani

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Nella vita di Bente non c’è più spazio per nulla. Sola,...


Read more...

"Chiedi alla polvere" di John Fante

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

"Chiedi alla polvere" è un romanzo costruito su tre storie....


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 235 guests online