Contenuto Principale
Un viaggio nell'impero sovietico (recensione di Marco Longo)
Gli articoli - Le recensioni
Monday, 24 September 2012 11:11
There are no translations available.

Se si ama la storia ma non si ha la possibilità di viaggiare per riviverla, allora basta cimentarsi in uno dei libri di Tiziano Terzani. Come al solito i suoi viaggi non hanno una sola tappa, ma sono lunghi e coprono grandi distanze.

Questa volta è il turno dell'immenso impero sovietico: tra Europa e Asia si apre una terra fredda e ostile non solo nel clima, ma anche e soprattutto negli equilibri di potere, nei differenti aspetti della vita sociale, nel rapporto con chi si trova al di là dei confini. È una terra variegata quella che ha dovuto sottomettersi alla dittatura comunista dopo la Rivoluzione d'Ottobre. Tanti Stati che si differenziano per dimensioni, storia, cultura, ma accomunati da un denominatore unico: l'asservimento anima e corpo al sistema di potere creato da Stalin e mantenuto da Lenin. Un sistema che è andato necessariamente a incidere in maniera drastica su ogni singolo aspetto della vita di questi popoli. Terzani ha la "fortuna" di trovarsi nell'ex Unione Sovietica in concomitanza di un evento fondamentale per la storia del Paese. Agosto 1991, fallimento del tentato colpo di stato e dimissioni di Gorbacev da segretario generale del PCUS: dopo settantaquattro anni il Partito Comunista cessa di essere la prima forza politica sovietica. Il suo viaggio, prima a bordo della nave Propagandist poi a bordo di rottami con le ali tra le Repubbliche prima appartenenti all'Unione, diventa un percorso tra le macerie di un impero crollato velocemente, da un giorno all'altro, quasi senza dare un'immagine di realtà. È un continuo avventurarsi tra gente che prova rialzare la testa dopo anni di sottomissione al potere di Mosca e gente che già rimpiange quello che è stato. Ma c'è un'immagine che l'autore ritrova lungo tutto il suo viaggio, ed è quella della decadenza, sia economia che sociale. Gli unici appigli per le popolazioni di questa terra immensa diventano dunque la storia e la religione, messe a tacere per lunghi anni ma mai dimenticate. Alla fine del viaggio Terzani riesce a trarre delle conclusioni ben precise. Il comunismo è morto, è indiscutibile, ma è stato ucciso da coloro i quali dovevano provvedere a gestirlo.

a cura di Marco Longo

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

Fabrizio De Andrè - Amore che vieni amore che vai

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un...


Read more...

Canzone di viaggio (di Hermann Hesse)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Sole illumina il mio cuore,

vento disperdi le mie pene e i...


Read more...

Sinfonia azzurra (di Ada Negri)... davvero bella...

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

"E allor che il giorno apparve con fresco riso roseo su...


Read more...

Non t'amo se non perché t'amo (di Pablo Neruda)... i suoi versi sono unici come sempre... leggeteli!!!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Non t'amo se non perché t'amo
e dall'amarti a non amarti...


Read more...

I passi

da Non è un paese per vecchi (di Cormac McCarthy)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Un ragazzo ho mandato alla camera a gas di Huntsville. Uno...


Read more...

da I Pilastri della Terra (di Ken Follett)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

I bambini vennero presto per assistere all'impiccagione....


Read more...

da "Vicolo del mortaio" di Nagib Mahfuz

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Il tramonto di si annunciava e il Vicolo del Mortaio andava...


Read more...

da Miele (di Ian McEwan)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Mi chiamo Serena Frome (che fa rima con plume) e poco meno...


Read more...

I racconti

Si potrebbe quasi (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

"Ci sono giorni in cui si potrebbe quasi..."

Si potrebbe...


Read more...

Immaginatevi (racconto di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Immaginatevi fantasmi, dei, diavoli Immaginatevi inferni e...


Read more...

Caporali si nasce (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

L'umanità l'ho divisa in due categorie di persone: uomini e...


Read more...

Joseph Conrad e l'oceano

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Quasi fosse troppo grande e troppo potente per le virtù...


Read more...

Le recensioni

La lunga attesa dell'angelo (di Melania G. Mazzucco) - recensione di Anna Maria Pinna

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

La lettura dell’appassionante romanzo, non biografia, “La...


Read more...

Il profumo delle foglie di limone (di Clara Sanchez)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Spagna, Costa Blanca. Il sole è ancora molto caldo...


Read more...

“Ricomincio- La regola delle quattro C” di Salvatore Borrelli (recensione di Giuseppe Labate)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

a cura di Giuseppe Labate

 

“L’amore è dare quello che non...


Read more...

Il Creasogni (di Simone Toscano, Ultra)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

E' uscito il romanzo di Simone Toscano, giornalista di...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 904 guests online