Contenuto Principale
da Il grande gatsby (di Francis Scott Fitzgerald)
Gli articoli - I passi dei libri
Wednesday, 22 August 2012 13:31
There are no translations available.

Negli anni più vulnerabili della giovinezza, mio padre mi diede un consiglio che non mi è mai più uscito di mente. "Quando ti vien voglia di criticare qualcuno" mi disse "ricordati che non tutti a questo mondo hanno avuto i vantaggi che hai avuto tu."

Non disse altro, ma eravamo sempre stati insolitamente comunicativi nonostante il nostro riserbo, e capii che voleva dire molto più di questo. Perciò ho la tendenza a evitare ogni giudizio, una abitudine che oltre a rivelarmi molti caratteri mi ha anche reso vittima di non pochi scocciatori inveterati. La mente anormale è pronta a scoprire questa particolarità e ad aggrapparvisi, quando si manifesti in una persona normale, e così accadde che all'università fui ingiustamente accusato di essere un politicante perché ero al corrente dei dolori segreti di strani uomini sconosciuti. La maggior parte delle confidenze non erano provocate: spesso ho finto di aver sonno, o di esser preoccupato, o sono giunto a ostentare un'indifferenza ostile, quando capivo che si profilava all'orizzonte una rivelazione intima; perché le rivelazioni intime dei giovani, o almeno i termini nei quali questi le esprimono, di solito sono plagiate e deformate da evidenti omissioni. L'evitare i giudizi è fonte di speranza infinita. Temo ancora adesso che perderei qualcosa se dimenticassi che, come mio padre mi ha snobisticamente insegnato e io snobisticamente ripeto, il senso della dignità fondamentale è distribuito con parzialità alla nascita. Ma dopo essermi così vantato della mia tolleranza, voglio ammettere che essa ha i suoi limiti. La condotta può fondarsi sulla roccia salda o sulle paludi malfide, ma a un certo punto non mi importa più su che cosa si fondi. L'autunno scorso, quando ritornai dall'Est, mi pareva di desiderare che il mondo intero fosse uniforme e in una specie di eterno "attenti" morale; non volevo più scorrerie ribelli e indiscrezioni privilegiate nel cuore umano. Soltanto Gatsby, colui che dà nome a questo libro, restava fuori dalla mia reazione: Gatsby, che rappresentava tutto ciò che suscita in me disprezzo genuino. Se la personalità è una serie ininterrotta di gesti riusciti, allora c'era in lui qualcosa di splendido, una sensibilità acuita alle promesse della vita, come se egli fosse collegato a una di quelle macchine complicate che registrano terremoti a ventimila chilometri di distanza. Questa capacità di reazione non aveva niente a che fare con l'impressionabilità flaccida che viene classificata col nome di "temperamento creativo": era una dote straordinaria di speranza, una prontezza romantica quale non ho mai trovato in altri, e quale probabilmente non troverò mai più. No: Gatsby alla fine si rivelò a posto; fu ciò che lo minava, la polvere sozza che fluttuava nella scia dei suoi sogni a stroncare momentaneamente il mio interesse nei dolori passeggeri e nei fuggevoli orgogli degli uomini.

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

O frenetiche notti (di Emily Dickinson)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

O frenetiche notti!

Se fossi accanto a te,

queste notti...


Read more...

Ascolta - Vadimir Majakovskij

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Gettami in viso la parola terribile.
Perché non vuoi udire?


Read more...

Sulla strada esco solo (di Michail Lermontov)

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Sulla strada esco solo.
Nella nebbia è chiaro il cammino...


Read more...

Martha Medeiros - Lentamente muore

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,...


Read more...

I passi

da Non è un paese per vecchi (di Cormac McCarthy)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Un ragazzo ho mandato alla camera a gas di Huntsville. Uno...


Read more...

da "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" di Audrey Niffenegger

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

 

CLARE: E' dura rimanere indietro. Aspetto Hernry senza...


Read more...

da Emanuela. Una piccola questione di tempo (di Anna Francesci, Editori Riuniti)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Si confondevano tra una colonna e l'altra le piume bianche...


Read more...

da La piccola dea della fertilità (di Paul Mesa, Sperling & Kupfer)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Quella che nel bagno della camera 314 sta bucando un...


Read more...

I racconti

Porto meco uomini di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Porto meco uomini di quest'isola e delle altre da me...


Read more...

Praefectus (di Camillo...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

La giornata è pessima, ma questo non mi inquieta. I primi...


Read more...

"La sindrome Boodman" di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

“Ancora un momento, cara… Giusto il tempo di finire”.

Il...


Read more...

"La gobba del cammello" di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Narrerò ora, nel secondo racconto, come spuntò la gobba al...


Read more...

Le recensioni

Liberami (di Anna Piazza, Arpeggio Libero) - Recensione di Stefano Bolognini

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Eva, una giovanissima giornalista, sta svolgendo una...


Read more...

Bella Napoli (di Vincenzo Moretti) - recensione di Giuseppe Picano

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Sono napoletano anche se vivo da molti anni in provincia di...


Read more...

Qualcosa di scritto (di Emanuele Trevi, Ponte Alle Grazie)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

"Sono rarissimi gli incontri che davvero, come si dice,...


Read more...

La Bellezza e l’Inferno (di Roberto Saviano) - Il desiderio di un mostro a più mani e più occhi (recensione di Giuseppe Labate)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

“Voi non volete un mondo perfetto, volete solo una vita...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 530 guests online