Contenuto Principale
Un indovino mi disse (di Tiziano Terzani) - recensione di Marco Longo
Gli articoli - Le recensioni
Thursday, 14 June 2012 21:01
There are no translations available.

"Il caso? Difficile dire che non esiste, ma in qualche modo mi andavo convincendo che gran parte di quel che sembra succedere appunto per caso, siamo noi che lo facciamo accadere; siamo noi che, una volta cambiati gli occhiali con cui guardiamo il mondo, vediamo ciò che prima ci sfuggiva e per questo credevamo non esistesse. Il caso, insomma, siamo noi".

Il viaggio che Tiziano Terzani compie in maniera quasi ininterrotta nel corso di un anno può essere sintetizzato in questo suo pensiero. È uno strano viaggio il suo, quasi fuori dal normale se si pensa che è avvenuto nel 1993. Un viaggio nel cuore dell'Oriente senza mai metter piede su di un aereo, non per scelta personale ma per attenersi alla profezia di un indovino incontrato a Hong Kong. Una maledizione si trasforma in una straordinaria occasione per rivalutare la propria vita e i suoi ritmi, per allungare e apprezzare distanze altrimenti troppo brevi e insignificanti, per ritrovare il gusto della scoperta.

Una profezia cambia la sua vita per un intero anno e così, dal momento in cui viene pronunciata, Terzani comincia a vagare alla ricerca di verità nuove: diventa quasi un gioco, che lo porta ad incontrare e ascoltare gli indovini più famosi dei luoghi in cui si reca, aspettando e ottenendo da loro un disegno "alternativo" del proprio destino.

Lo sfondo è quello dell'Asia che cambia giorno dopo giorno, non sempre in senso positivo. La modernizzazione sul modello occidentale si impadronisce velocemente di ogni aspetto della vita, e sono ormai molto rari quei luoghi che riescono a mantenere la loro verginità, fatta di storia e credenze religiose. Viene fuori il ritratto di una terra che sta perdendo la coscienza di sè. Tra auto malridotte, treni che raccolgono storie e delinquenza, navi che raccontano ricordi e paure del futuro, il viaggio di Terzani diventa un percorso di vita costellato da un'umanità sospesa tra la velocità dei ritmi della modernità e la costante fuga verso forme tradizionali di presunta razionalità, con indovini, veggenti e stregoni a farla da padroni... "Quel che non riuscii a togliermi di dosso era il ricordo inquietante di quella enorme massa di umanità disperata, disorientata, avida e adirata che, dal Vietnam alla Cina, dalla Mongolia alla Russia, mi ero lasciato dietro. Avessi viaggiato in aereo, non l'avrei mai vista".

In questo libro gli occhi del Terzani giornalista vanno alla scoperta di un rinnovato legame tra l'uomo, la natura e i suoi spazi. Ci si ritrova immersi in un mondo che riesce ancora ad affascinare grazie al suo miscuglio di magia e di tradizione, di storia e di religione, in una costante lotta tra vecchio e nuovo in un continente che sta cambiando volto.

Si ha l'impressione di essere al fianco dell'autore in questo suo viaggio in cui tempo e spazio si allungano a dismisura: viene voglia di ripercorrere i suoi passi per immergersi nei pochi luoghi ancora incontaminati di un oriente che corre molto più velocemente dei treni che lo attraversano.

Marco Longo

 

Add comment

Security code
Refresh

Chi mi consiglia una poesia?

"Canto della mia nudità" di Antonia Pozzi

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Guardami: sono nuda. Dall'inquieto
Languore della mia...


Read more...

Alda Merini - Il mio passato

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo


Read more...

Veleggio come un'ombra... di Alda Merini... bella bella bella! Leggetela!

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Veleggio come

un'ombra

nel sonno del giorno

e senza...


Read more...

"La musica" di Charles Baudelaire

Chi mi consiglia una poesia? - Le poesie
There are no translations available.

Spesso è un mare, la musica, che mi prende ogni senso!
A un...


Read more...

I passi

Sogni di Bunker Hill (di John Fante)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

"Il primo impatto con il successo non fu per nulla...


Read more...

da Il giorno della civetta (di Leonardo Sciascia)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Il vagheggiamento di una fuga, che pure sapeva impossibile,...


Read more...

da Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte (di Mark Haddon)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Mezzanotte e 7 minuti. Il cane era disteso sull'erba in...


Read more...

da La vedova scalza (di Salvatore Niffoi)

Gli articoli - I passi dei libri
There are no translations available.

Me lo portarono a casa un mattino di giugno, spopolato e...


Read more...

I racconti

Non riesco a saziarmi di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Ma, perché tu non mi creda libero ormai da tutti gli umani...


Read more...

Inno alla Bellezza (di...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Vieni tu dal cielo profondo o sorgi dall'abisso, Beltà?
Read more...

La morte dell'impiegato...

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

Una magnifica sera un non meno magnifico usciere, Ivàn...


Read more...

Al lupo! Al lupo! (di Esopo)

Gli articoli - I racconti
There are no translations available.

In un villaggio viveva un pastore che di notte doveva fare...


Read more...

Le recensioni

Le passioni dell'anima (di Raffaele Simone)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

«Tempeste di vento accompagnano la nostra avanzata, giorno...


Read more...

Oltre l'orizzonte (di Antonello De Sanctis) - recensione di Antonella Bogina

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

(recensione di Antonella Bogina)


 

Di questo libro mi ha...


Read more...

Tutto è monnezza (di Antonio Castagna, Liberaria)

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Sul lungo periodo, diceva Keynes, saremo tutti morti....


Read more...

Lettera a un bambino mai nato (di Oriana Fallaci) - recensione di Ilaria de Lillo

Gli articoli - Le recensioni
There are no translations available.

Non è una questione di femminismo, forse di religione,...


Read more...
Ricerca / Colonna destra

Accedi



Chi è online

We have 885 guests online